Valsabbia, molestie sessuali su due bambine: maestro confessa

L'insegnante, 47 anni, era stato arrestato in flagranza di reato e ammesso ai domiciliari. La misura restrittiva è stata disposta dalla Procura alla luce del percorso di recupero intrapreso. La confessione potrebbe cambiare radicalmente le cose.

Pubblicato da Giovanna Tedde Mercoledì 16 gennaio 2019

Valsabbia, molestie sessuali su due bambine: maestro confessa
Foto: Pixabay

C’è una svolta nelle indagini sul caso di violenze sui minori in una scuola elementare della Valsabbia. Il maestro di sostegno, arrestato lo scorso novembre, ha confessato le molestie. L’inchiesta era scattata grazie al racconto di due bambine.

Molestie sulle bambine, maestro confessa

Pochi mesi fa è stato arrestato con l’accusa di molestie su minori, ora arriva la confessione. 47 anni, maestro di sostegno in servizio in una scuola elementare della Valsabbia (Brescia), ha ammesso di aver “toccato” le due bambine il cui racconto aveva fatto partire le indagini.

I carabinieri di Salò hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare ai primi di novembre. A margine di un percorso riabilitativo, l’uomo è stato ammesso alla misura alternativa dei domiciliari.

Oggi la situazione potrebbe cambiare radicalmente, alla luce delle dichiarazioni rese dall’uomo in merito ai fatti contestati. Potrebbe scattare la richiesta di rinvio a giudizio, e il 47enne rischia una condanna fino a 6 anni di reclusione.

Colto in flagranza di reato

Il 47enne era stato colto in flagranza di reato grazie a una telecamera nascosta all’interno dell’istituto.

Le immagini hanno restituito agli inquirenti un quadro puntuale della condotta dell’uomo, e sono intervenuti proprio mentre in classe si consumavano le molestie su alcuni minori.

Il precedente e l’archiviazione

Secondo quanto emerso, ci sarebbe un sinistro precedente. L’insegnante sarebbe finito sotto la lente investigativa per alcuni sospetti maturati in seno al suo servizio in un’altra scuola.

Si tratta di un fatto pregresso alla vicenda che lo ha visto coinvolto nel Bresciano ma, all’epoca, dalle indagini e dai filmati acquisiti dagli inquirenti non sarebbe emerso nulla di utile per procedere. Il fascicolo fu archiviato.

LEGGI ANCHE: Roma, molestie su 26 bimbi dell’asilo: maestro condannato