USA, quattro bambini adottati tenuti senza cibo e acqua: coppia arrestata

La drammatica vicenda arriva dall'Arizona e ha aperto le porte di un orrore senza fine. Gli stessi inquirenti, giunti sul posto, hanno trovato particolarmente inquietanti le condizioni in cui i figli adottivi erano tenuti segregati. Niente libero accesso a cibo, acqua e bagno: un inferno in casa, smascherato grazie alla fuga di uno dei piccoli 'prigionieri'.

Pubblicato da Giovanna Tedde Mercoledì 21 febbraio 2018

USA, quattro bambini adottati tenuti senza cibo e acqua: coppia arrestata

Quattro bambini adottati e tenuti prigionieri in un appartamento-lager in Arizona, una coppia arrestata. Si tratta del drammatico bilancio di una vicenda dai contorni inquietanti, che ha messo gli inquirenti davanti a un’agghiacciante situazione. I piccoli, tenuti in casa come priogionieri, era privi del libero accesso a cibo, acqua e bagno. Un secchio nella stanza per espletare i propri bisogni e una vita da inferno.

L’allarme lanciato da uno dei bambini prigionieri

A lanciare l’allarme è stato uno dei quattro minori, tutti di età compresa tra i 6 e i 12 anni, che è riuscito a scappare da una finestra di quell’appartamento di Tucson (Arizona) per chiedere aiuto alla polizia.
I genitori adottivi, il 69enne Benito Gutierrez e sua moglie, la 64enne Carol Gutierrez, sono stati arrestati con vari capi d’accusa, che vanno dalla pedofilia all’abuso, al maltrattamento di minori.
Il caso richiama drammaticamente quello dei 13 fratelli torturati e segregati in casa dai genitori, gli ormai noti coniugi Turpin, in California.