Uno studente ha il cancro: i compagni di classe si vaccinano tutti per proteggerlo

I ragazzi della 5E del liceo Arnaldi hanno ricevuto un encomio dalla Regione per il loro gesto di grande solidarietà e civiltà

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 5 luglio 2018

Uno studente ha il cancro: i compagni di classe si vaccinano tutti per proteggerlo

Una liceo di Novi Ligure, in provincia di Alessandria, ha dato prova del reale significato e valore della tanto discussa immunità di gregge: i compagni di classe di Simone Dispensa, 18 anni, affetto da un osteosarcoma, una forma di cancro che lo costringe a lunghi periodi di terapie e lo espone facilmente a moltissime infezioni, hanno deciso volontariamente lo scorso inverno di vaccinarsi contro l’influenza, per aiutarlo.

In un momento in cui la scuola è sovente teatro di episodi di bullismo e discriminazione, i ragazzi della 5E del liceo Arnaldi hanno scelto di fare la differenza: con una vaccinazione, non strettamente necessaria per la loro età e condizione di salute, hanno reso più semplice la vita a Simone, che così ha potuto continuare ad andare a scuola senza dover temere di prendere l’influenza, che nel suo caso avrebbe potuto condurlo a complicazione anche molto severe.

Per il loro lodevole gesto i ragazzi hanno ricevuto un encomio da parte del Consiglio regionale del Piemonte. Il presidente Nino Boeti che ha consegnato loro l’onorificenza, ha colto l’occasione per sottolineare ‘l’alto valore formativo e etico del gesto degli studenti’.

‘Ho spiegato ai ragazzi i rischi che correva Simone, abbiamo iniziato un percorso di consapevolezza sul funzionamento dei vaccini e sull’immunità di gregge. A parte qualche perplessità iniziale la proposta è poi stata accolta da tutti con entusiasmo e i ragazzi si sono vaccinati in blocco’, ha raccontato la professoressa di Scienze Monica Lupori.

Simone Dispensa vive con la sua famiglia a Novi, ha un sistema immunitario fortemente compromesso dalle cure per l’osteosarcoma, pertanto a differenza dei suoi coetanei sani, è esposto a numerosi rischi: moltissimi batteri, virus e funghi innocui per la maggior parte delle persone, per lui possono rappresentare un eventualità anche fatale.