Undicenne uccide la nonna e si toglie la vita: gli aveva chiesto di riordinare la stanza

Il nonno ha dapprima provato a inseguire il nipote, poi ha desistito e ha cercato di soccorrere la compagna in fin di vita

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 6 novembre 2018

Undicenne uccide la nonna e si toglie la vita: gli aveva chiesto di riordinare la stanza
Foto: Pixabay

Tragedia a Litchfield Park, a nordovest di Phoenix, in Arizona. Un uncidenne ha ucciso la nonna. Esasperato dalle richieste dell’anziana che gli chiedeva di riordinare la stanza, ha impugnato la pistola di casa e le ha sparato alla testa. Poi si è suicidato. L’arma dell’omicidio-suicidio era stata lasciata carica e incustodita nell’appartamento.

Yvonne Woodard, 65 anni, è stata uccisa mentre guardava la televisione con il marito. Nonno Hebert ha raccontato che entrambi avevano continuato a chiedere al nipote di riordinare. Hanno insistito tutto il giorno, senza successo. Poi la tragedia.

Il giovane, probabilmente in preda a un raptus di follia, ha trovato la pistola e ha sparato alla nuca alla nonna. Herbert ha assistito impotente alla sconvolgente scena, poi ha cercato di inseguire l’undicenne che si è dato alla fuga. A un certo punto l’uomo ha desistito e ha cercato di salvare la compagna, che era in condizioni gravissime.

Pochi minuti dopo, lo sparo, il secondo, quello che il giovane ha sferrato contro di sé.

LEGGI ANCHE: Uccide la madre, si barrica in casa e spara ai carabinieri intervenuti sul luogo