Un farmaco anti ansia uccide una sedicenne, intossicazione da propranololo

E' il secondo caso in due anni provocato da questo farmaco che contiene betabloccanti

da , il

    Un farmaco anti ansia uccide una sedicenne, intossicazione da propranololo

    Non è il primo caso. Lucy Curran morta per sospetta intossicazione da propranololo, un farmaco anti ansia contenente betabloccanti, sarebbe la seconda vittima dopo che pochi anni fa, Britney Mazzoncini, 16 anni, morì qualche settimana dopo aver assunto la stessa medicina. Queste pillole che aiutano la salute mentale sono ora sotto inchiesta. La morte improvvisa è avvenuta al Queen Elizabeth University Hospital di Glasgow.

    Toni Giugliano, responsabile della politica e degli affari pubblici presso il Mental Health Foundation in Scozia, ha dichiarato: “Abbiamo bisogno di sapere quali farmaci antidepressivi vengono prescritti e per quali ragioni. Il significativo aumento dell’uso di antidepressivi negli ultimi dieci anni trattano problemi di salute fisica e di salute mentale. Alcuni antidepressivi danno sollievo all’emicrania, ad esempio, ma abbiamo bisogno di condurre alcune ricerche che ci facciano capire quale alternative vengono prescritte dai medici generici.

    Lucy è morta improvvisamente al Glasgow Queen Elizabeth University Hospital, e all’inizio non vi erano spiegazioni. Le analisi hanno poi dimostrato che il sospetto di intossicazione dal farmaco anti depressivo era un’ipotesi reale. Un decesso che come già citato arriva due anni dopo la morte Britney Mazzoncini, 16 anni, in overdose di questi potenti beta-bloccanti, che le erano stati prescritti da un tirocinante . Sua madre Annette McKenzie, da allora ha avviato campagna per controlli più severi sul propranololo. Gli attivisti per la salute mentale hanno ora richiesto una revisione urgente della disponibilità dei trattamenti degli ansiolitici in tutto il paese.