Uccise il suo stupratore: 35enne condannata a 10 anni

Una sentenza che ha scatenato profondi contrasti nell'opinione pubblica, alimentando il fuoco di un dibattito sul tema della legittima difesa.

Pubblicato da Giovanna Tedde Mercoledì 31 ottobre 2018

Uccise il suo stupratore: 35enne condannata a 10 anni
Foto: Pixabay

Roxanne Eka Peters, 35 anni, è stata condannata a 10 anni di reclusione per aver ucciso il presunto stupratore. L’uomo, Grant Cassar, aveva anche minacciato la figlia della donna, che per questo avrebbe agito pugnalandolo al cuore e alle parti intime. La vicenda ha scosso l’Australia, teatro dei fatti.

Uccide il suo aggressore e viene condannata

La condanna a 10 anni di carcere per la mamma 35enne Roxanne Eka Peters si è abbattuta sull’opinione pubblica australiana come un tornado. Polemiche in tutto il Paese per un verdetto che ha scosso e, al tempo stesso, sconcertato tanti.

La vicenda è accaduta nel Queensland, Australia, e risale al 2015. A distanza di 3 anni dalla morte del presunto stupratore della donna, Grant Cassar, arriva la sentenza.

Secondo la difesa, la donna avrebbe pugnalato il suo aggressore dopo alcuni giorni dallo stupro subito, e a scatenare il suo raptus sarebbero state le minacce dell’uomo. Questi, a detta della condannata, avrebbe asserito di voler fare del male alla figlia della 35enne.

Dopo l’omicidio, Roxanne Peters aveva legato il corpo di Cassar alla sua auto con una corda, per poi trascinarlo per alcuni chilometri. Il cadavere è stato scaricato in un burrone, e ritrovato dalla polizia il giorno seguente.

Sul corpo almeno almeno 60 ferite da arma da taglio, alcune delle quali concentrate sui genitali. A carico della donna era stata formulata l’accusa di omicidio volontario, e la sua colpevolezza è stata riconosciuta pochi giorni fa. Trascorrerà almeno due anni in carcere, prima di poter accedere a un’eventuale regime di libertà vigilata.

Ad aggravare la sua posizione il fatto di aver infierito sulla vittima con lesioni post mortem e averne occultato il cadavere.

LEGGI ANCHE: Uccide il marito violento, condannata a 3 anni di carcere