Uccide la gemella, indossa i suoi vestiti e flirta con il fidanzato della sorella identica

Alexandria Duval è accusata di aver ucciso la gemella Anastasia, e di aver cercato di assumere la sua identità, mettendosi i suoi vestiti e flirtando con il fidanzato della sorella. La vicenda è avvenuta alle Hawaii nel 2016 e adesso Alexandria sta affrontando il processo per omicidio colposo. Secondo le ricostruzioni dei testimoni, le due donne sono state viste litigare furiosamente in macchina sul ciglio del burrone poco prima dello schianto, risultato fatale ad Anastasia

Pubblicato da Giulia Martensini Mercoledì 31 gennaio 2018

Uccide la gemella, indossa i suoi vestiti e flirta con il fidanzato della sorella identica
Le gemelle Alexandria e Anastasia Duval / foto

Alexandria Duval è accusata di aver ucciso la sua gemella Anastasia, fingendo poi di essere lei, mettendosi i suoi vestiti e provandoci anche con il fidanzato della sorella. In questi giorni la Duval sta affrontando a Maui il processo per l’omicidio della gemella avvenuto nel 2016. Una storia che sta creando molto scalpore negli Stati Uniti: le due sorelle erano proprietarie di uno studio di yoga che aveva riscosso molto successo.

Uccide la gemella e si mette i suoi vestiti, l’ex fidanzato: “È stato inquietante”

Lo stesso fidanzato, ha testimoniato al processo che Alexandria si era messa i vestiti della gemella e aveva flirtato con lui il giorno seguente all’omicidio: “è venuta vicino a me, sembrava volesse flirtare con me. Si è seduta vicino e ha appoggiato la testa sulla mia spalla” ha rivelato l’uomo in un’intervista al New York Times. Il fidanzato della sorella Anastasia, ha poi rivelato altri particolari scioccanti dell’atteggiamento della gemella: “Si è messa un vestito che Anastasia aveva indossato poche sere prima: è stato molto inquietante”.

Uccide la sorella gemella, ora il processo per omicidio

L’ex fidanzato di Anastasia ha affermato al processo che era in campeggio con le sorelle quando le due hanno iniziato a litigare animatamente, prima di partire in macchina senza di lui. Diversi testimoni hanno poi raccontato di aver visto due donne picchiarsi e strattonarsi i capelli, prima del fatale incidente. Il suv guidato da Alexandria è finito in un burrone, l’impatto è stato fatale per la sorella Anastasia. Le due gemelle, all’anagrafe Alison e Ann Dadow erano originarie di Utica, New York e in Florida avevano fondato un centro yoga, il “Twin Power Yoga” che aveva riscosso molto successo, prima di trasferirsi entrambe alle Hawaii. Alexandria sta ora affrontando il processo per l’ omicidio della sorella, sebbene abbia fatto richiesta di essere giudicata da un giudice e non dalla giuria popolare, come invece spesso accade nei processi americani.