Tortura il figlio di 3 anni con il compagno, il corpo murato in lavanderia

L'orrore è venuto a galla solo dopo la segnalazione del proprietario dell'immobile, insospettito per un cattivo odore avvertito nei pressi della casa.

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 3 dicembre 2018

Tortura il figlio di 3 anni con il compagno, il corpo murato in lavanderia
Foto: Pixabay

Ha torturato il figlio di 3 anni con la complicità del compagno, poi l’ennesimo orrore: il corpo del piccolo è stato murato in lavanderia. Occultato dentro un blocco di cemento, come il più atroce dei segreti. La coppia rischia fino a 30 anni di reclusione.

Bimbo murato in casa: orrore in Kansas

Miranda Miller e Stephen Bodine, 37 e 41 anni, sono accusati di aver torturato e ucciso il figlio della donna e di averne occultato il corpo nel cemento, murato nella lavanderia della propria abitazione.

Avrebbero picchiato il minore, secondo l’accusa, sino a condurlo alla morte. Ore di brutalità e agonia in cui il bambino è stato vittima dei due aguzzini.

La coppia, residente in Kansas, rischia ora 30 anni di carcere. Ci sarebbero immagini di tenore inequivocabile in merito alla violenza perpetrata sul piccolo.

Sarebbe stato legato con una catena e picchiato senza pietà, costretto a stare solo al buio. A chiamare le forze dell’ordine è stato il proprietario dell’immobile in cui la famiglia viveva in affitto, allarmato dal cattivo odore proveniente dalla casa.

Le indagini avviate dopo la segnalazione hanno permesso di scoprire l’omicidio. In sua difesa, la 37enne ha dichiarato di aver collaborato alle torture, attribuendo al compagno la piena responsabilità nell’ideazione del piano.

LEGGI ANCHE: Tortura e uccide il figlio disabile della compagna: 31enne a processo