Torna a casa ubriaca, cade sul figlio di tre settimane e lo uccide

La storia di questa madre ha sconvolto l'opinione pubblica. Non si sarebbe resa conto di aver schiacciato il neonato, che ha trovato al mattino in un lago di sangue sotto il suo seno. Dopo una notte brava, in preda ai fumi dell'alcol, al ritorno a casa sarebbe caduta sul piccolo, uccidendolo.

da , il

    Torna a casa ubriaca, cade sul figlio di tre settimane e lo uccide

    Tornata a casa ubriaca, sarebbe caduta sul figlio di tre settimane, uccidendolo. Solo al suo risveglio, svaniti i fumi dell’alcol dopo quella notte di bagordi con un amico, una donna di 35 anni si sarebbe resa conto che il neonato giaceva sotto il suo seno in un lago di sangue. Ora è sotto processo e rischia una condanna a tre anni di reclusione.

    Neonato in un lago di sangue: la madre lo avrebbe ucciso mentre era ubriaca

    Ashley Bean, 35 anni, avrebbe trascorso la nottata con un amico, prima di fare ritorno a casa completamente ubriaca e causare la morte del figlio, nato appena tre settimane prima.

    Questo l’impianto accusatorio che la vede imputata nel processo per la morte del neonato, che lei stessa avrebbe causato cadendo rovinosamente sul bambino, in preda ai fumi dell’alcol.

    Formalmente accusata di infanticidio, rischia di finire dietro le sbarre con una condanna a tre anni di detenzione.

    Il neonato, morto in Nebraska, avrebbe subito un severo trauma da schiacciamento, come avrebbe rivelato l’esame autoptico disposto sul suo corpicino, dopo che sua madre sarebbe caduta su di lui senza accorgersi di quanto si stava consumando per causa sua.

    Tasso alcolemico elevatissimo: la madre a processo per la morte del figlio

    Il neonato, Axel Xavier Arizola, è morto il 17 dicembre 2017 e, secondo le ipotesi dell’accusa, a causarne il decesso sarebbe stata proprio sua madre.

    Le analisi del sangue effettuate sulla 35enne hanno evidenziato un tasso alcolemico talmente alto da inficiarne la capacità di discernimento. Sarebbe caduta sul bambino, per poi addormentarsi poco dopo senza rendersi conto di averlo schiacciato.

    Al risveglio avrebbe trovato il piccolo sotto di sé, con del sangue che fuoriusciva dalle sue narici. Inutile la corsa in ospedale: i medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.