Torino, incubo in un asilo nido privato: bambini al freddo, maltrattati e affamati

Le due maestre sono state arrestate e ora dovranno rispondere dell'accusa di maltrattamenti ripetuti, in concorso, aggravati dalla minore età delle vittime

Pubblicato da Beatrice Elerdini Mercoledì 30 gennaio 2019

Torino, incubo in un asilo nido privato: bambini al freddo, maltrattati e affamati
Foto: Pixabay

Asilo nido shock a Torino: i bambini, tra i 3 mesi e i tre anni, venivano accolti nella struttura in numero superiore a quello previsto nell’autorizzazione comunale. Per questo venivano tenuti al freddo, senza riscaldamento, in locali non autorizzati. Non venivano cambiati, né lavati. E’ lo sconcertante scenario emerso dalle indagini condotte dalla Polizia, in seguito alla denuncia di alcuni dipendenti.

L’inchiesta è partita lo scorso novembre e ha portato alla scoperta di numerose irregolarità all’interno di quello che era un asilo nido privato in famiglia: i piccoli oltre a stare al freddo, in condizioni igienico-sanitarie non adeguate, venivano anche strattonati, lasciati senza mangiare e a piangere per ore. In alcuni casi venivano chiusi in una stanza da soli per punizione. Grazie al supporto di intercettazioni telefoniche ed ambientali, è stato possibile ricostruire l’intero modus operandi delle due maestre, entrambe italiane, che subito dopo sono finite in manette.

Ora si trovano in carcere con l’accusa di maltrattamenti ripetuti, in concorso, aggravati dalla minore età delle vittime.

LEGGI ANCHE: Abusava dei bimbi dell’asilo: maestra 18enne condannata per pedofilia