Torino, 51enne disoccupato e malato sfrattato con la bimba di 3 anni: la mamma è morta lo scorso anno

Ora la famiglia è ospitata dai nonni materni, ma si tratta di una soluzione temporanea perché sono entrambi anziani e malati

Pubblicato da Beatrice Elerdini Venerdì 25 gennaio 2019

Torino, 51enne disoccupato e malato sfrattato con la bimba di 3 anni: la mamma è morta lo scorso anno
Foto: Pixabay

Ha perso l’unica cosa che gli era rimasta Giacomo P. 51 anni, padre di due figli: la casa in cui viveva. Ieri mattina l’ufficiale giudiziario ha suonato alla sua porta in un condominio di corso Bernardino Telesio, a Torino, per eseguire lo sfratto. L’uomo è malato e senza lavoro, da solo si prende cura della figlia di tre anni e del figlio maggiore, di 24. Lo scorso anno, la loro mamma è morta a soli 47 anni. 

A niente sono servite le continue telefonate per trovare una casa in ‘emergenza abitativa’. Improvvisamente, alle 10 del mattino di ieri, tutti e tre si sono trovati per strada. La piccola non era ancora entrata all’asilo. Davanti a loro soltanto un enorme punto interrogativo. Giacomo P. ora dovrà affrontare un’altra dura battaglia, oltre a quella che da diversi anni combatte contro un tumore al colon.

La sua malattia, così come quella di sua moglie, hanno avuto gravi ripercussioni sulle condizioni economiche dell’intera famiglia. Giacomo, quando si è ammalato ha dovuto lasciare il suo lavoro da pizzaiolo. Ora ha un’invalidità del 75 percento e vive con un assegno mensile di 300 euro.

Non smette di cercare un nuovo impiego il 51enne, ma le offerte che trova sono ‘da fame’: 600 euro per 8 ore la sera, quando per lui è quasi impossibile riuscire a sistemare la piccola. Il grande poi, ha risentito moltissimo della perdita della madre e ha bisogno della vicinanza del papà.

L’affitto quindi, a un certo punto, è diventato insostenibile. Così, dopo alcuni mesi di arretrato, è arrivato lo sfratto. L’agenzia che gli ha dato l’abitazione, dopo due proroghe, non ha più voluto sentire ragioni.

Al momento Giacomo e i suoi figli sono stati ospitato a casa dei nonni materni, ma si tratta di una soluzione temporanea: sono anziani e malati.

Gli assistenti sociali conoscono bene la situazione della famiglia, ora è stata informata anche l’assessora alle Politiche sociali, Sonia Schellino, la quale ha dichiarato che spera di poter offrire loro una casa tramite la commissione di emergenza abitativa.

LEGGI ANCHE: Napoli, madre di 3 bimbi sfrattata: uno è malato di leucemia