Testate e morsi alla compagna minorenne davanti al figlio: arrestato 23enne

Dalla testimonianza della vittima è emerso che aveva già subito altre aggressioni nel recente passato. Ora il ragazzo dovrà rispondere dell'accusa di maltrattamenti aggravati in famiglia e lesioni personali.

da , il

    Testate e morsi alla compagna minorenne davanti al figlio: arrestato 23enne

    Da Reggio Emilia arriva un nuovo caso di violenza sulle donne: un ragazzo di 23 anni, residente in città, è stato arrestato dai Carabinieri per aver preso a testate la compagna minorenne, per averle morso una mano e averle tirato i capelli. L’intera scena è avvenuta davanti al figlio di 10 mesi. Il giovane dovrà rispondere dell’accusa di maltrattamenti aggravati in famiglia e lesioni personali.

    L’ennesimo episodio di violenza è avvenuto nella notte di domenica, intorno all’una: il 23 è tornato a casa dopo una serata con gli amici, ha preso in mano il cellulare della compagna e si è accorto che su whatssapp c’era un contatto anonimo legato alla foto di un suo amico. Il giovane ha perso subito le staffe nonostante non abbia trovato messaggi compromettenti in chat e ha iniziato a inveire contro la compagna minorenne, a un certo punto dalle parole è passato alle mani: l’ha colpita ripetutamente alla testa, le ha tirato i capelli e le ha morso una mano. Il loro bambino di appena 10 mesi ha assistito al pestaggio della madre.

    La giovane è riuscita ad afferrare il cellulare e a chiamare il padre, chiedendo aiuto; l’uomo a sua volta ha immediatamente allertato i Carabinieri. La ragazza è stata soccorsa e portata in ospedale dove le è stata data una prognosi di 3 giorni per le lesioni riportate a seguito dell’aggressione subita dal compagno. Il ragazzo è stato subito denunciato: dai racconti della minorenne è emerso che nel recente passato aveva già subito violenze.