Tenta di rapinarla ma è una lottatrice professionista: aggressore sfigurato

Nel suo settore è conosciuta come la 'Dama di ferro', appellativo che è tutto un programma ed è dovuto alla sua prontezza di riflessi e alle vittorie sul ring. Il suo aggressore ha toccato con mano quello di cui è capace.

Pubblicato da Giovanna Tedde Martedì 8 gennaio 2019

Tenta di rapinarla ma è una lottatrice professionista: aggressore sfigurato
Foto: Pixabay

Bella, giovanissima, preda apparentemente inerme. Ma dietro il volto d’angelo di Polyana Viana, brasiliana di 26 anni, si nasconde un’anima guerriera. È il caso di dirlo, visto che è una lottatrice professionista. Ha subito un tentativo di rapina, ma il suo aggressore è finito ko.

Aggressore ko: lei è una lottatrice

Come nella scena di un film, in cui la vittima diventa carnefice, l’episodio che ha coinvolto una giovane donna brasiliana è diventato virale.

Lei si chiama Polyana Viana, ha 26 anni ed è campionessa di arti marziali miste (MMA). Lottatrice professionista UFC, non ha avuto bisogno di aiuto per difendersi da un rapinatore.

Si è seduto accanto a me e mi ha chiesto l’ora, ma poi è rimasto lì e non si è allontanato. Mi ha detto che era armato e mi ha intimato di consegnargli il telefono: era così vicino che potevo anticiparlo e impedirgli di tirare fuori la pistola“.

Ha raccontato quanto le è accaduto a Rio de Janeiro, qualche giorno fa, mentre aspettava un’auto di Uber per tornare a casa. Uno sconosciuto ha provato a derubarla, costringendola a una reazione che ha fatto il giro del mondo.

Tutti, nel mondo del combattimento a livello agonistico, la conoscono con un appellativo che non lascia spazio a fraintendimenti: ‘Dama di ferro’. Quanto ha fatto per sventare la rapina ha dato ragione di quel singolare soprannome.

In una manciata di secondi ha letteralmente steso il malvivente, neutralizzandolo in attesa dell’intervento della polizia.

Al loro arrivo, gli agenti hanno trovato l’uomo con il volto completamente sfigurato dalle botte.

La 26enne ha messo ko il suo aggressore, dimostrando di non essere un facile bersaglio dei criminali. Atleta di punta nel tessuto sportivo brasiliano, ha un palmares mozzafiato.

Alle sue spalle 10 incontri vinti su 12, e una velocità di azione sul ring che l’ha spinta in testa alle classifiche di tutta la nazione. Ora ne sa qualcosa anche il suo (mancato) rapinatore.