Tenny, la gattina che da mesi aspetta il suo padrone davanti alla porta dell’ospedale

Inutili i tentativi di affidamento: la gatta, dopo un paio di giorni, è sempre scappata tornando davanti all'ospedale di Oderzo. Gli infermieri, dopo aver tentato di aiutarla, hanno deciso di adottarla fornendole quotidianamente cibo e una cuccia dove riposare.

Pubblicato da Gaia Magenis Mercoledì 27 giugno 2018

Tenny, la gattina che da mesi aspetta il suo padrone davanti alla porta dell’ospedale

Succede a Oderzo, in provincia di Treviso, dove una piccola gattina tigrata è diventata la protagonista di una storia che tanto ricorda quella di Hachiko, il cane che per mesi ha aspettato il padrone morto davanti alla stazione. La piccola, che si chiama Tenny, è in attesa del suo padrone che, da questo inverno, è ricoverato nell’ospedale di Oderzo.

La piccola, che scruta le persone di passaggio che entrano ed escono dalla stuttura, controlla e aspetta. Aspetta il volto amato del suo padrone che, per anni, l’ha sfamata, accudita e amata.

Pioggia, vento, neve non l’hanno portata via da quel pezzetto di cemento dove lei aspetta tranquilla e silente.

In tanti sono intervenuti cercando di dare una casa alla micina ma, lei stessa, non ha resistito più di un paio di giorni. Appena avuta la possibilità, infatti, è sempre scappata per tornare davanti alla porta dell’ospedale.

La piccola, ormai diventata mascotte dell’ospedale, è stata chiamata “Tenny” in onore alla sua tenacia: quella forza e quella testa dura che non le fanno lasciare qualche cm quadrato nella speranza di ritrovare il suo amato umano che, al momento, non è stato ancora identificato.

Lo staff dell’ospedale, che ha prima cercato di trovare una casa alla gatta, ha deciso di adottarla: ogni giorno le forniscono cibo quotidianamente e una cuccia calda per i giorni più duri.