Tatuaggi all'hennè: come si fanno?

Per chi non vuole realizzare tatuaggi che siano eterni, ed ama cambiare, o collaudare un disegno prima di capire se sia il caso di tatuarselo, ci viene in aiuto l'hennè. Con questa sostanza a base vegetale si possono realizzare bellissime decorazioni, come usano fare le donne orientali.

Tatuaggi all’hennè: come si fanno?

I tatuaggi hennè rappresentano la soluzione perfetta per chi non ama le scelte definitive e i tattoo perenni. Particolarmente in voga tra le star negli ultimi 20 anni, questi disegni hanno un forte impatto visivo. Come fare i tatuaggi con l’hennè, qual è il loro costo e quanto dura un tattoo di questo genere? Scopriamolo insieme.

Continua a leggere

Cos’è l’hennè

L’hennè si ricava dall’essiccazione delle foglie di un arbusto spinoso chiamato henna. Questo processo origina una polvere giallo-verdastra usata come colorante su tessuti e pelle animale. La molecola che colora l’hennè è il lawsone, una sostanza rosso arancione. La pianta è originaria di Mesopotamia e Antico Egitto.

Continua a leggere

Il suo utilizzo per tatuaggi hennè temporanei si diffuse inizialmente in India e Nord Africa. Questi tattoo venivano, e vengono, eseguiti su mani e piedi nei matrimoni e durante altri riti religiosi. Nei tempi antichi questo tipo di decorazione era riservata a re e sacerdoti, mentre col passare del tempo si è estesa anche alle classi sociali più basse. I tatuaggi con hennè, in quelle zone, restano riservati ad eventi particolari e assumono il significato di protezione.

Continua a leggere

Come fare tatuaggi hennè…anche in casa

I tatuaggi hennè vengono fatti con una pasta particolare. Questa, una volta solidificata, rilascia il colore sulla zona del corpo scelta. Il consiglio è quello di rivolgersi sempre a tatuatori specializzati. In alternativa si può procedere col metodo fai da te, meno dispendioso ma che non assicura gli stessi risultati.

Vuoi provare a fare un tattoo henné in completa autonomia? Allora acquista la polvere in erboristeria e usane due cucchiai. Per ottenere la pasta necessaria a fare il tatuaggio, bisogna mescolare la polvere con acqua calda e succo di limone. A questo punto non devi avere fretta, ma fare in modo che il preparato riposi almeno per 12 ore.

Continua a leggere

Continua a leggere

Per completare il tentativo, non resta che compiere l’ultimo passo. La precisa realizzazione di un tatuaggio con hennè richiede la presenza di un applicatore per tatuaggi. Una volta in vostro possesso, basterà applicare l’impasto con cura (magari avendo spalmato in precedenza dell’olio vegetale sul punto in cui effettuare l’applicazione) e attendere qualche ora per godersi i suoi effetti.

Tatuaggi hennè: durata

Quanto dura un tatuaggio all’hennè? Come si è avuto modo di capire, questo tipo di tattoo sono temporanei. La durata di un tatuaggio henné è, in genere, inferiore al mese. I suoi effetti sono visibili in media tra le 2 e le 4 settimane.

Per aumentare la durata è importante evitare di lavare la parte interessante con saponi particolarmente aggressivi. Meglio scegliere saponi neutri e non strofinare troppo. Va da sé che la durata del tatuaggio è inferiore in zone come le mani, soggette particolarmente a finire sotto l’acqua.

Continua a leggere

Continua a leggere

Tatuaggi henné: perché farli?

Chi è il “cliente ideale” di un tatuaggio hennè? I tatuaggi all’hennè sono perfetti per chi ama cambiare, e non accetta l’idea di tatuarsi un segno eterno sulla pelle, oppure per chi è incerto sulla scelta e vuole collaudarlo per un po’, per capire se veramente è quello giusto. La soluzione a questi dilemmi è l’hennè, applicato su tatuaggi da realizzare esclusivamente nei centri specializzati.
 
Già noto come tintura naturale per capelli o per la stoffa, si applica sulla pelle con un pennello e appositi dosatori. Come detto, scompare in un arco di tempo che varia da una settimana a un mese, a seconda del tipo di hennè e della reazione della pelle.
 
Attenzione, però perché prima di farlo, bisogna sottoporsi ad un piccolo test preliminare, per prevenire il rischio di allergie, dovute non all’hennè, ma alla parafenilendiamina, sostanza chimica diluita nel colorante di origine vegetale perché riduce i tempi di fissaggio del disegno, rendendolo più brillante e duraturo. Vuoi scongiurare questo rischio? Basta puntare sulla nuance tenui, dal marrone all’arancio: sono naturali e non richiedono additivi.

Tatuaggi all’hennè: costo

Qual è il prezzo dei tatuaggi hennè? La spesa da sostenere è davvero esigua. Per un buon tatuaggio all’hennè si spende in media tra i 10 e i 20 euro. Leggermente inferiore è il costo da sobbarcarsi se si decide per la soluzione casalinga.

Continua a leggere

Continua a leggere

In questo caso è sufficiente acquistare un kit per tatuaggi all’hennè, il cui prezzo, per una sola applicazione, è inferiore ai 10 euro. Se invece si è amanti del genere si può ragionare su soluzioni più sofisticate. Queste permettono di operare ritocchi e danno la possibilità di reiterare l’operazione nel tempo. Con buona pace del vostro portafogli, costretto ad alleggerirsi molto di più.


Parole di Marcoferri

Da non perdere