Stupratore seriale transgender: recluso nel carcere femminile aggredisce due donne

Il profilo di Karen White, predatore sessuale di 52 anni, è ritenuto altamente pericoloso anche per i bambini. Nel suo passato diversi precedenti, e nel futuro una vita dietro le sbarre dopo la condanna all'ergastolo.

Pubblicato da Giovanna Tedde Venerdì 12 ottobre 2018

Stupratore seriale transgender: recluso nel carcere femminile aggredisce due donne
Foto: Pixabay

C’è un caso, in Inghilterra, che sta scuotendo l’opinione pubblica e ha aperto un dibattito senza precedenti. Karen White, stupratore seriale transgender, è stato assegnato a un carcere femminile in cui ha aggredito due detenute. L’uomo avrebbe agito mentre aspettava di subire un intervento per cambiare sesso diventare una donna.

Karen White, sex offender seriale

Il profilo di Karen White, rimbalzato su tutte le cronache internazionali, è quello di un sex offender seriale. Precisamente uno stupratore senza scrupoli, in attesa di un intervento chirurgico per diventare donna perché transgender.

A suo carico è stata emessa una condanna all’ergastolo per aver aggredito altre due donne, detenute con lui nel carcere femminile in cui era stato inserito dopo aver dichiarato alle autorità la propria identità sessuale.

White era stato assegnato al penitenziario New Hall, teatro delle aggressioni. Poco dopo l’accaduto, sarebbe stato trasferito nella prigione maschile di Leeds.

Secondo la Crown Court, il 52enne è un soggetto pericoloso anche per i minori, e alle spalle ha precedenti per reati di natura sessuale anche ai danni di bambini.

I precedenti del detenuto

La sua attività criminale sarebbe iniziata anni prima, a Manchester, sotto mentite spoglie. Si faceva chiamare Stephen Wood.

Le violenze sulle due detenute si sarebbero compiute tra settembre e ottobre 2017, ma ancora non è chiaro se, per scontare la pena, sarà nuovamente destinato a una struttura detentiva per donne.

Lo spettro della libertà condizionale potrebbe materializzarsi a conclusione di una detenzione di almeno 9 anni e 6 mesi. White avrebbe compiuto il primo reato violento aggredendo una vicina di casa, allora 66enne, con un coltello da cucina, accusandola lui stesso di averlo molestato.