Studentessa di 24 anni muore di cancro: il padre termina la tesi e ne fa un libro

Il libro 'postumo' di Francesca si chiama 'Il cibo ideale' e verrà presentato domani presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, dal padre e la sua compagna Marina Magini

da , il

    Studentessa di 24 anni muore di cancro: il padre termina la tesi e ne fa un libro

    Il padre di Francesca Pirozzi è uno di quelli speciali, che sanno trasformare ogni situazione, anche la peggiore, in un qualcosa di positivo: non si è fatto paralizzare dal dolore della perdita della giovane figlia uccisa da un cancro incurabile a 24 anni, ma al contrario ha deciso di rendere immortale il ricordo di lei, attraverso le parole che aveva lasciato scritte. Francesca stava preparando la sua tesi, il papà l’ha ripresa in mano, l’ha terminata e ne ha fatto un libro.

    ‘Il cibo ideale’, questo sarà il titolo del libro ‘postumo’ di Francesca: contiene non soltanto i suoi studi sull’alimentazione in campo oncologico, ma racconta indirettamente anche molto del suo animo e dell’amore che suo padre ha sempre nutrito per lei. Spiega principalmente come proteggersi dai malesseri provocati dal cancro ma anche dalle pesanti cure. Ci sono anche tanti consigli per mangiare sano durante le terapie oncologiche: la sezione delle ricette è stata realizzata dal padre Marco, insieme all’associazione Francesca Pirozzi. Inoltre nel libro si trovano diversi contributi preziosi come quello del nutrizionista Giorgio Calabrese e dell’oncologo Luca Imperatori.

    Il testo verrà presentato domani, presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, in provincia di Pesaro-Urbino, dal padre e la sua compagna Marina Magini (medico legale). Il ricavato delle vendite del libro sarà devoluto alla ricerca per l’alimentazione oncologica condotta da Vieri Fusi e Mirco Fanelli, docenti del dipartimento di Scienze biomolecolari dell’Università di Urbino.

    Francesca che ha lasciato questo mondo nell’agosto del 2016, dopo una lunga battaglia contro il cancro, se potesse sapere del progetto realizzato da suo padre, sarebbe di una felicità incontenibile.