Street Yoga: lo yoga per aiutare i ragazzi disagiati

In america lo yoga va nelle strade e diventa street yoga, un modo originale e divertente per aiutare i ragazzi disagiati, insegnare loro a comunicare e a trasmettere le emozioni anche attraverso il contatto fisico.

street yoga

In america lo yoga va nelle strade e diventa street yoga, un modo originale e divertente per aiutare i ragazzi disagiati, insegnare loro a comunicare e a trasmettere le emozioni anche attraverso il contatto fisico. Stavolta lo yoga smette di essere qualcosa di individuale e strettamente personale e diventa un momento di incontro per socializzare e imparare a stare con gli altri. Lo street yoga nasce da un’idea ed un sogno di Mark Lilly, un’assistente sociale che ha trovato un modo nuovo per stare dalla parte dei ragazzi disagiati.

Ci sono fasce della popolazione che vivono in condizioni assurde, d’altronde è veramente difficile tirarsi fuori da situazioni come gli abusi subiti dai ragazzini, la delinquenza, e la totale mancanza di prospettive di lavoro e quindi di futuro.
 

Lo street yoga di certo non potrà risolvere tutti i problemi ma può essere un punto di partenza per riacquistare fiducia nel prossimo e per provare ad avere un futuro diverso, imparando a conoscersi forse qualcosa la si può cambiare davvero.
 

Fare yoga quindi non è più uno sport, tra i tanti tra cui si può scegliere, ma diventa un modo per aiutare il prossimo e contribuire a portare un pò di bene nel mondo, dato che il bene è contagioso
 

Foto da:
static.lululemon.com
www.flickr.com/photos/bigbrownhouse
www.firststreetyoga.com
images.teamsugar.com
www.columbiamissourian.com
www.mjyoga.com
beyondgrace.be
frontstreetyoga.com

 

Parole di Serena Vasta

Serena Vasta è stata collaboratrice di Pourfemme e di Buttalapasta dal 2008 al 2019, occupandosi principalmente di tematiche relative alla cucina e alla casa, con qualche incursione nella salute e benessere.