Stella di Natale, come farla durare più a lungo

Grazie alle infiorescenze di colore rosso e alla forma peculiare delle sue foglie, la pianta a forma di stella è il simbolo del Natale per eccellenza: ecco, come curarla

stella di natale

Foto Getty Images | Jeff J Mitchell

La stella di Natale, altrimenti nota come Poinsettia, è una pianta originaria del Messico. Grazie alle infiorescenze di colore rosso e alla forma peculiare delle sue foglie, la pianta a forma di stella è il simbolo del Natale per eccellenza: motivo per cui entra nella maggior parte del nostre case come dono da parte di amici e familiari. Se anche voi ne avete ricevuta una in regalo, ma non avete idea di come curarla, ecco qualche utile consiglio per farla durare più a lungo possibile.

Ama il sole diretto (ma non d’estate)

La prima cosa da tenere bene a mente è che la stella di Natale non tollera temperature al di sotto dei 15 gradi, ma neppure temperature troppo alte. Il clima ideale per una stella di Natale varia dai 15 ai 20 gradi. Ama il sole diretto, ma non nel periodo estivo, e predilige un terreno umifero, e non calcareo. In estate, potete tenerla anche all’aria aperta e in una zona ombreggiata, ma ricordatevi di ritirarla con l’arrivo dell’autunno.

Ama la luce, quanto il buio, quindi se non le assicurate almeno 12 ore di buio al giorno, potrete dire dire addio alle foglie colorate. Il nostro consiglio dunque è di spostare la pianta in un luogo buio della casa dalle cinque del pomeriggio fino alla mattina seguente.

Innaffiate (e attenzione ai ristagni)

Durante il periodo di riposo, le innaffiature devono essere molto ridotte, se non addirittura sospese, mentre in primavera, in concomitanza con la ripresa vegetativa, dovrà essere bagnata spesso, avendo cura di evitare ristagni d’acqua.

Ricordatevi di concimare

Un altro aspetto da non dimenticare per fare durare più a lungo la vostra stella di Natale è, senza dubbio, la concimazione. Ogni 10 o 12 giorni, somministrate un concime specifico, diluendo il contenuto in circa 3 litri d’acqua, per innaffiare il terriccio.

Attenzione ai parassiti

Ma a minacciare la salute della vostra stella di Natale ci sono anche i parassiti, in particolar modo il moscerino bianco, il tripide delle serre e alcune cocciniglie. All’occorrenza, vi consigliamo di impiegare un insetticida, seguendo le istruzioni riportate sul prodotto che avrete scelto di utilizzare.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.