Spotify Wrapped 2020: Elodie l'artista donna più ascoltata in Italia

La classifica 2020 di canzoni, album e podcast condivisa da Spotify mostra come a dominare siano le voci maschili. In Italia, l'unica donna presente nella Top200 è Elodie

Spotify Wrapped 2020 Elodie l'artista donna più ascoltata in Italia

Foto Getty Images | Daniele Venturelli

Spotify ha pubblicato la Wrapped 2020, l’annuale classifica dei brani e dei podcast più ascoltati da ogni singolo utente. Quest’anno però c’è una novità: è stata pubblicata anche la classifica mondiale e relativa ai singoli paesi.

Le videochiamate, i “ce la faremo”, le storie a distanza, i live sui balconi: la musica e i podcast, sempre” recita il post dell’app di streaming più utilizzata. In effetti, in quest’anno difficile, l’ascolto degli artisti e dei podcast preferiti ha aiutato non poco ad affrontarlo.

Spotify Wrapped 2020: It’s a man’s man’s man’s world

Stando alla Spotify Wrapped 2020, anche il mondo della musica è dominato dagli uomini: gli artisti più ascoltati sono Bad Bunny, Drake, J Balvin, Juice WRLD e The Weeknd. Va un po’ meglio con le canzoni: Blinding Lights di The Weeknd (1,6 miliardi di stream), Dance Monkey di Tones and I, The Box di Roddy Ricch, Roses – Imanbek Remix di Imanbek and SAINt JHN e Don’t Start Now di Dua Lipa. Per quanto riguarda gli album troviamo YHLQMDLG di Bad Bunny, After Hours di The Weeknd, Hollywood’s Bleeding di Post Malone, Fine Line di Harry Styles e Future Nostalgia di Dua Lipa.

Alle artiste donne è stata dedicata una classifica apposita: segnale di quanto facciano fatica a imporsi nel settore musicale. La più ascoltata anche quest’anno è Billie Eilish, seguono Taylor Swift, Ariana Grande, Dua Lipa (presente però nella top five dei brani e degli album) e infine Halsey.

Per quanto riguarda i podcast, The Joe Rogan Experience è il più ascoltato al mondo. Seguono Ted Talks Daily e The Daily, entrambi di informazione. The Michelle Obama podcast al quarto posto, al quinto Call Her Daddy.

In Italia vince la trap: tha Supreme il più ascoltato

Se a livello mondiale la musica ascoltata è variegata, in Italia è la trap a farle da padrona. Gli artisti più ascoltati su Spotify nel 2020 sono tha Supreme, Sfera Ebbasta, Marracash, Guè Pequeno e Geolier: non c’è spazio per altri generi.

Per quanto riguarda però le canzoni, a sorpresa al primo posto c’è un pezzo pop: Mediterranea di Irama, cantante uscito dal talent Amici. Seguono il tormentone Good Times di Ghali, M’ Manc di Shablo feat. Geolier and Sfera Ebbasta, A Un Passo Dalla Luna di Ana Mena e Rocco Hunt e blun7 a swishland di tha Supreme.

Come si evince da questi dati, anche in Italia le donne fanno fatica a emergere: anche in questo caso è stata fatta un’apposita classifica. L’artista più ascoltata è Elodie, confermando il 2020 il suo anno. Con 2 milioni di stream mensili, è l’unica presente nella top 200 grazie ai brani Guaranà, Ciclone (feat. Takagi e Ketra) e Parli Parli di Carl Brave. Il suo disco This is Elodie trainato da Andromeda presentato a Sanremo, ha raggiunto i 360 milioni di ascolti.

Gli artisti italiani più ascoltati nel mondo sono i Meduza, ovvero il trio di dj composto da Simon de Jano, Luca de Gregorio e Mattia Vitale. L’artista italiana che invece vanta più streaming a livello mondiale è la “solita” Laura Pausini, che si conferma una delle nostre eccellenze musicali.

Podcast: in Italia Fedez è il più ascoltato

Il Muschio Selvaggio di Fedez e Luis Sal si piazza al primo posto nella classifica italiana podcast, segue l’idolo dei social Alessandro Barbero con Lezioni e Conferenze di Storia. Al terzo posto il programma di Radio24 La Zanzara di Giuseppe Cruciani con David Parenzo, al quarto Speak English Now Podcast with Georgiana’s mini-stories – ESL e infine Monologato Podcast – The Filippo Ruggieri Experience.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.