Spilla fiore in stoffa fai da te

Con un facile tutorial impariamo a realizzare una bellissima spilla in stoffa colorata e fantasiosa, riciclando materiali semplici facilmente reperibili in casa. Con un po’ di manualità e gusto nell’abbinamento dei colori si otterranno ottimi risultati.

Spilla in stoffa fiore

Impariamo a realizzare una spilla in stoffa davvero molto trendy e coloratissima, che si può ottenere con pezzi di tessuto avanzati ed altri materiali facilmente reperibili in casa. L’effetto è garantito!

  • Tagliate due striscette di stoffa, la prima della lunghezza di 20 x 5,5cm e la seconda di 13 x 4cm circa, poi ripiegatele su loro stesse e fate un’imbastitura a 5 mm dalla base. Tirate per bene il filo, creando un’arricciatura e fissate con piccoli punti, il tessuto.
  • Posizionate i 2 elementi su un pezzo di pellicola idrosolubile, come potete vedere nelle foto, e inserite nel mezzo una piuma.
  • Ora fissate i due elementi di stoffa con la piuma, all’interno della pellicola, aiutandovi con degli spilli.
  • Utilizzando la macchina da cucire, fate delle cuciture a
    zig-zag cucendo tra di loro, le due parti di tessuto e la piuma, senza prendere la pellicola, perchè l’ago della macchina da cucire rischierebbe d’impigliarsi.
  • Immergete il tutto in acqua fredda per pochi minuti, in modo da far sciogliere la pellicola completamente e poi fate asciugare.
  • Adesso si passa alle foglie, che si ottengono arrotolando 2 pezzi di stoffa di 8 x 8 cm circa e fissandoli con uno spillo. Poi cucite a macchina facendo prima la sagoma esterna della foglia e poi la riga interna.
  • A questo punto occorre assemblare i vari elementi, arricchendo il centrale della spilla con piccoli pezzi di passamaneria varia, a creare la corolla del fiore.
  • Tagliate un tondo di feltro di 3 cm di diametro circa e cucite il contorno a zig-zag, poi fissate su di esso una base per spilla. A concludere il tutto cucite il tondo con la base per spilla al resto della creazione a mano.
     
    Foto:
    decoreblablabla.blogspot.com
  • Parole di Ritana Schirinzi