Sorriso perfetto in poche mosse? Cosa sono le faccette dentali, chi può applicarle e come funzionano

Sorriso perfetto in poche mosse? Cosa sono le faccette dentali, chi può applicarle e come funzionano

Sorriso perfetto (newsby.it)

Dalle nuove tecnologie in ambito dentale, arriva la soluzione poco invasiva per coloro che desiderano un sorriso perfetto.

Un sorriso splendente è sicuramente un ottimo alleato per la propria autostima, oltre che per l’importantissima salute della nostra bocca. In questi anni le tecnologie con cui i dentisti si prendono cura dei nostri denti, sono indubbiamente mutate, rendendo così il meno invasivo possibile qualsiasi trattamento. L’obietivo principale è sicuramente quello di preservare il più possibile i propri denti naturali, soprattutto se il problema è di natura estetica.

Le faccette dentali (chiamate anche veeners), sono la scelta perfetta per moltissime persone, visto che non richiedono un impianto, né tantomeno trattamenti dolorosi. Si tratta semplicemente di piastrine, volte a migliorare difetti estetici come scheggiature, ingiallimenti intensi e difetti dovuti al bruxismo (denti corti e/o usurati).

Cosa sono le faccette dentali e come funzionano

Come suggerisce il nome stesso, si tratta di vere e proprie faccette, che come nello stesso principio delle unghie finte, vanno applicate (con colla apposita) sopra la superficie del nostro dente naturale. In pratica, si possono paragonare a delle proprie protesi, visto che si tratta di lamine sottili in ceramica o porcellana, create appositamente per coprire le imperfezioni superficiali, come per esempio “smacchiare” i denti.

Facette dentali

Facette dentali (credit: youtube) (pourefemme.it)

In alcuni casi, possono rivelarsi fondamentali per la salute della bocca, visto che vengono applicate anche per correggere alcune funzioni dentali compromesse da difetti strutturali: sono in grado di migliorare la masticazione in caso di presenza di un dente storto ( maloccusione dentale). Ne esistono di diverse forme: dai 0,3 ai 0,7 mm e le dimensioni sono adattate in modo da coprire in maniera ottimale il dente che va trattato. Tuttavia, per quanto possano sembrare una soluzione valida per la maggior parte delle persone, le faccette dentali nascondono dei contro da non sottovalutare; per questo motivo non risulta essere adatte ad alcune persone.

I contro delle faccette dentali

Seppure questi strumenti risultino davvero validi per svariate persone, c’è da precisare che la loro applicazione non è totalmente priva di trattamento, visto che prevede la rimozione di una buona parte della superficie naturale del dente. La limatura rappresenta una percentuale che varia dal 3 al 30% del dente. Queste faccette non sono quindi indicate a persone di giovane età, che presentano una dentatura più sana, quindi salvabile in maniera alternativa.

Le faccette dentali andrebbero trattate circa ogni 10 anni dall’applicazione e la metà di queste protesi, richiedono la sostituzione. Infine il prezzo: sebbene si tratti di un trattamento innovativo e poco invasivo, il costo di una faccetta dentale parte da 600 a 2.300 euro.