Sorelle di 17 e 13 anni uccise con un colpo in testa fuori dalla porta di casa

Un amore a senso unico: questa sarebbe la causa che ha portato alla morte di due sorelle di 17 e 13 anni. Le due ragazze, trovate a pochi centinaia di metri da casa in un villaggio indiano, sono state uccise con un colpo in testa. Fermati quattro giovani.

Pubblicato da Redazione Giovedì 19 aprile 2018

Sorelle di 17 e 13 anni uccise con un colpo in testa fuori dalla porta di casa
Foto di Vladimir Zhoga/Shuttestock.com

India, due sorelline di 13 e 17 anni sono state uccise a pochi passi da casa. Le due, che erano uscite dall’abitazione per recarsi in bagno sono state aggredite e uccise con un colpo di pistola alla testa. Una terribile scoperta che ha sconvolto il villaggio di Kelamau, nell’Etawah, nello stato federato dell’Uttar Pradesh.

Le ragazze, scomparse di casa il lunedì sera, sono state ritrovate da alcuni abitanti del villaggio che si stava recando nei campi la mattina dopo.

Dietro a questo delitto, pare, ci sia una storia di stalking. Al momento la polizia ha fermato quattro ragazzi della zona che sarebbero immischiati nella vicenda.

Tra i principali accusati è stato individuato un ragazzo di un paese vicino che avrebbe sviluppatto una sorta di ossessione per la sorella più grande.

Secondo quanto emerso dall’interrogatorio di uno dei fermati, il giovane avrebbe ucciso la ragazza, con l’aiuto di tre amici, dopo l’ennesimo il rifiuto di questa: un amore non corrisposto che ha portata la tragedia.

La sorelle più piccola, invece, sarebbe stata uccisa in quanto testimone dell’accaduto.