Skincare: quali prodotti e ingredienti evitare in estate

Il sole potente dei mesi estivi deteriora alcuni ingredienti, rendendo più sensibile la pelle ed esposta a scottature: ecco quali sono

skincare ingredienti evitare estate

Foto Pexels | Sora Shimazaki

Anche la skincare si adegua al cambio di stagione: ci sono alcuni ingredienti che con l’arrivo dell’estate è meglio non utilizzare. Questo perché entrano “in conflitto” con i raggi solari, deteriorandosi o rendendo più sensibile la pelle, esponendola a rischio scottatura.

A prescindere dai prodotti che utilizziamo, è fondamentale applicare sempre l’spf come ultimo step della routine mattutina, riapplicandola durante il giorno: oltre a essere il miglior anti age, permetterà a creme e sieri di non alterarsi.

Skincare d’estate: cosa non usare

In generale, in estate la skincare è consigliata sia più leggera, sia per quantitativo di prodotti usati che per formulazione.

Anche chi ha la pelle secca, col caldo potrebbe necessitare di minor nutrimento e idratazione, applicando solo un siero e scegliendo prodotti in gel, mentre chi ha pelle mista o grassa riduce all’osso i prodotti di modo da tenere la pelle libera ed evitare una produzione eccessiva di sebo. Le creme solari più indicate sono quelle spray, da vaporizzare delicatamente ogni due ore (anche sopra al trucco) in modo che non siano occlusive.

Fatta questa doverosa premessa, ecco gli ingredienti da riporre nel cassetto (o nel mini frigo) fino al prossimo autunno.

Gli acidi esfolianti

Gli esfolianti chimici, ovvero gli Alfa-idrossiacidi (AHA), gli Beta-idrossiacidi (BHA), i Poliidrossialcanoati (PHA) compresi acido glicolico e mandelico, è meglio rimandarli a settembre. Questo perché sensibilizzano leggermente la pelle, che in estate è già sollecitata da caldo e sole. Questi trattamenti più o meno aggressivi (mai come quelli svolti in ambito medico) anche in inverno è meglio farli la sera per questo motivo.

Se non si vuole rinunciare all’esfoliazione, si possono utilizzare prodotti a base di enzimi, molto più leggeri.

Il retinolo

Il più potente anti age è il retinolo, o vitamina A. Pur apportando tantissimi benefici alla pelle, è fortemente fotosenibilizzante: per questo è contenuto esclusivamente nelle creme notte e i sieri e oli vanno utilizzati esclusivamente come trattamento serale in autunno-inverno.

Al contrario, la vitamina C può essere inserita anche in estate nella skincare routine, illuminando la pelle e levigandola. Al massimo potrebbe deteriorarsi al sole, ma non ha effetti sul viso.

Alcuni oli essenziali

Alcuni oli essenziali non solo sono fotosensibilizzanti, ma macchiano anche la pelle, per questo vanno evitati tanto nelle creme quanto nei profumi. Si tratta degli essenziali ricavati dagli agrumi (limone, arancio amaro e dolce, bergamotto, cedro, lime, mandarino), ma anche finocchio, sandalo, basilico, angelica.

In estate meglio optare per prodotti leggeri e senza profumazione, e applicare le fragranze solo la sera.

Parole di Carlotta Tosoni