Sindrome Metabolica: cos’è, trattamenti generali e ultime novità

Se volete sapere tutto sulla sindrome metabolica e come trattarla, leggete questo articolo in cui troverete un approfondimento su cosa sia e i possibili trattamenti.

Sindrome Metabolica: cos’è, trattamenti generali e ultime novità

Foto Pexels | JESHOOTS.com

Prima di tutto, è necessario fare chiarezza riguardo la sindrome metabolica, partendo da cos’è. Sebbene sia sconosciuta ai più, la sindrome metabolica è un problema molto diffuso e da non sottovalutare nel caso si presenti, infatti comporta tante alterazioni dei parametri metabolici dell’individuo che ne soffre, sottoponendolo a diversi rischi a livello di salute.

Più precisamente, la sindrome metabolica si caratterizza ed è riconoscibile per i seguenti parametri. Se un individuo presenta almeno 3 di questi parametri, allora il sospetto di una sindrome metabolica sarà decisamente fondato. Scopriamo insieme quali sono:

  • Un’elevata circonferenza vita causata dall’eccessivo grasso addominale viscerale: per le donne è rischioso dagli 80 cm in poi, mentre pe gli uomini dai 94 cm in su;
  • Una condizione di ipertensione o di pressione sanguigna elevata, anche se le cifre rimangono nel range medio-alto e non lo superano;
  • In caso di digiuno, livelli di glicemia alterata: per poter parlare di diabete, i livelli devono superare i 100 mg/dl;
  • Varie alterazioni del quadro lipidico, ad esempio: il colesterolo HDL, detto anche colesterolo buono, al di sotto dei 50 mg/dl per le donne e dei 40 mg/dl negli uomini, e livelli di trigliceridi alti, ossia dai 150 mg/dl in su.

Da precisare è che la sindrome metabolica non si sviluppa da un giorno all’altro, ma è il risultato di vari processi che hanno avuto luogo nel corso del tempo. Partendo dall’alterazione di un solo parametro metabolico fino all’alterazione di diversi parametri, incrementa il rischio di sviluppo di patologie cardiovascolari e di malattie come il diabete o la steatosi epatica, ma anche molte altre.

In Italia la sindrome metabolica è sempre più diffusa e interessa anche bambini e adolescenti ogni giorno di più, mettendo a rischio la loro salute. Si tratta di una problematica da non prendere sottogamba, quindi ora scopriamo quali sono i possibili trattamenti della sindrome metabolica.

Sindrome Metabolica Trattamenti

Per iniziare, dobbiamo dire che non esiste una terapia farmacologica esatta per la sindrome metabolica, infatti il trattamento più efficace per migliorare la situazione è sicuramente adottare uno stile di vita sano e corretto. In poche parole, bisogna seguire un’alimentazione sana ed equilibrata e fare attività fisica regolarmente, oltre a dire addio a qualsiasi abitudine o vizio che metta a rischio la salute, come il fumo o il consumo eccessivo di alcool. Infatti, è importante abituare fin da subito i più piccoli ad abitudini sane, in modo che queste siano una misura preventiva contro lo sviluppo della sindrome metabolica.

Se vi state chiedendo a cosa serve una bustina di Metarecod, la risposta è semplice: contiene sostanze che aiutano ad utilizzare i nutrienti nel migliore dei modi e a ristabilire i normali parametri di glicemia, trigliceridi e colesterolo, in modo da controllare la sindrome metabolica il più possibile.

Per coloro che invece presentano già una sindrome metabolica, è importante intervenire nei seguenti modi:

  • Diminuire il peso corporeo attraverso uno stile di vita sano;
  • Gestire i fattori di rischio cardiovascolare, ad esempio smettendo di fumare;
  • In caso di alterazioni glicemiche, a volte è utile l’uso di metformina, un principio attivo che viene utilizzato per trattare il diabete;
  • Altre terapie farmacologiche prescritte dal medico, se necessarie per trattare altre alterazioni dei parametri metabolici, come l’ipertrigliceridemia o la pressione alta.

Scegliere Sostanze Naturali Complesse contro la Sindrome Metabolica

Oltre ai trattamenti di cui abbiamo appena parlato, alcuni studi condotti hanno fatto emergere l’utilità delle sostanze naturali complesse per contrastare la sindrome metabolica. Queste sostanze agiscono nell’intestino in maniera diretta racchiudendo lipidi e carboidrati che non verranno assorbiti del tutto e migliorando le singole problematiche che una sindrome metabolica comporta.