Siena, maltrattamenti sui bambini di un asilo nido: arrestata una maestra

La donna avrebbe precedenti penali specifici per maltrattamenti in famiglia. All'interno dell'asilo 6 bambini, di età compresa fra i 6 mesi e i 3 anni, sottoposti a violenze psicologiche e fisiche.

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 18 febbraio 2019

Siena, maltrattamenti sui bambini di un asilo nido: arrestata una maestra
Foto: Pixabay

Le telecamere nascoste in quell’asilo nido creato nella sua abitazioni l’hanno inchiodata dopo la denuncia di due mamme. Lei, maestra 52enne, è finita in manette con l’accusa di maltrattamenti su minori a Siena, dove i carabinieri hanno scoperto una lunga serie di orrori.

Bimbi del nido maltrattati

La maestra 52enne arrestata con l’accusa di maltrattamenti sui bambini del nido che aveva creato in casa sua, a Siena, è stata incastrata dalle telecamere.

I carabinieri hanno avviato le indagini dopo le denuncia di due madri, poi di una ex collaboratrice, su quanto accadeva all’interno di quell’appartamento che ospitava minori dai 6 mesi ai 3 anni di età.

Strattonati, costretti a mangiare con metodi violenti (anche con l’occlusione del naso per somministrare forzatamente il cibo) e sottoposti a un clima di terrore.

È così che i piccoli ospiti dell’asilo avrebbero vissuto le loro giornate in quello che si è poi rivelato un inferno di violenze psicologiche e fisiche. L’alimentazione coattiva sarebbe stata praticata anche con pressioni sullo sterno.

Secondo quanto raccontato da alcuni genitori, i figli avrebbero manifestato chiari segni di disagio al ritorno a casa. Difficoltà ad addormentarsi e il sonno interrotto frequentemente da incubi e crisi di pianto tra i sintomi descritti.

A coordinare le indagini il pm Silvia Benetti. La segnalazione di alcuni passanti ha fatto scattare il blitz dei militari in quell’abitazione trasformata in centro per l’infanzia. La 52enne aveva messo una bambina nel passeggino per poi lasciarla al freddo sul terrazzo.

Sono state le urla disperate della piccola a richiamare l’attenzione di diverse persone, sino all’intervento dei carabinieri. La donna si trova agli arresti domiciliari.

Stando a quanto emerso, avrebbe precedenti penali per maltrattamenti in famiglia. Madre di due figli maggiorenni, è separata e aveva accolto in quel nido domiciliare 6 bambini, a fronte di rette mensili che avrebbero toccato i 600 euro.