Salerno, neonato ustionato durante il bagnetto in ospedale: scuse ai genitori, provvedimenti all’orizzonte

Primo bagnetto per un bambino poco dopo il parto, ma lo immergono nell'acqua bollente provocandogli ustioni su oltre il 20% del corpo. Immediato il trasferimento del piccolo al Cardarelli di Napoli, avviata un'indagine interna.

Pubblicato da Giovanna Tedde Mercoledì 30 maggio 2018

Salerno, neonato ustionato durante il bagnetto in ospedale: scuse ai genitori, provvedimenti all’orizzonte

Il primo bagnetto in ospedale è costato caro a un neonato a Salerno: immerso nell’acqua bollente, ha riportato gravi ustioni su oltre il 20% del corpo. Arrivano le scuse dall’ospedale Ruggi D’Aragona, ma all’orizzonte si profilano seri provvedimenti contro chi ha preso in carico il bambino dopo il parto. Immediato il trasferimento al Cardarelli di Napoli.

Neonato ustionato in ospedale durante il bagnetto

Qualcosa non sarebbe andato come doveva al Ruddi D’Aragona di Salerno, ospedale su cui, da alcune ore, si sono accesi i riflettori della cronaca per il caso del neonato ustionato durante il primo bagnetto dopo la nascita.
Il piccolo, secondo le prime ricostruzioni immerso nell’acqua bollente, presenta ustioni estese e profonde. Oltre il 20% del suo corpo interessato.
Il lavaggio dei neonati è una pratica utile a eliminare la vernice caseosa che protegge il feto dal liquido amniotico nel grembo materno.
Non è ancora chiaro se alla base di quanto accaduto a Salerno possa esserci una distrazione. Trasferito d’urgenza al Cardarelli di Napoli, non sarebbe in pericolo di vita.

Provvedimenti all’orizzonte: le scuse dell’ospedale di Salerno ai genitori

La direzione generale dell’ospedale salernitano ha avviato un’indagine interna per chiarire dinamica e responsabilità, al fine di attivare eventuali provvedimenti.
Contestuale alle scuse, arrivate ai genitori del neonato, l’inquadramento del fatto nel perimetro di un ‘errore umano’, come lo avrebbe definito lo stesso nosocomio. Il bambino ha riportato ustioni a carico degli arti inferiori e dei glutei.