Saint Laurent presenta la nuova collezione tra i ghiacci dell'Islanda

Abiti e accessori lussuosi e femminili sono mostrati nel contesto gelido e impervio di una spiaggia islandese

Saint Laurent

Foto Getty Images | Edward Berthelot

La pandemia ha decisamente rivoluzionato il mondo della moda nonché come e quando presentare le nuove collezioni. Archiviate le sfilate in presenza e i calendari tradizionali (v. Gucci), vediamo sempre più spesso cortometraggi favolosi che presentano gli abiti in periodi decisamente insoliti: l’ultimo è il caso di Saint Laurent, che ha deciso di mostrare l’ultimissima collezione con un favoloso video. Where the Silver wind blows è stato diretto da Nathalie Canguilhem per la fotografia di Juergen Teller.

Le modelle indossare e sfilano con le creazioni della maison nell’incredibile scenario naturale dell’Islanda. È quasi inquietante se non apocalittico lo scenario che offre la spiaggia di Reynisfjara: il cielo è cupo e al terreno lavico si alternano ghiacci, cascate e una natura impervia, difficile, che fa da contraltare abiti sontuosi e glamour.

Disegnati dal direttore creativo Anthony Vaccarello, niente è minimalista e lineare. I tessuti sono ricchi e preziosi, gli accessori opulenti, per un effetto ricco e luccicante. 

Dietro tutto questo c’è un profondissimo significato metaforico, che vuole mettere in contrapposizione la crudeltà e la durezza della natura contro la leggerezza, la bellezza e in un certo senso la frivolezza della moda, creazione umana per eccellenza. Vaccarello, infatti, ha spiegato che “Le questioni serie ti spingono a prendere altre cose meno seriamente, trovare l’equilibrio rimanendo sul filo del rasoio è un’attitudine sofisticata“.

Quindi via libera a tacchi altissimi, pellicce (fake), cristalli, piume e oro: la donna Saint Laurent risponde alla natura e alle difficoltà della vita con l’esagerazione, la femminilità, l’estetica.

Saint Laurent e la sfilata social degli ospiti virtuali

Senza il pubblico però, le sfilate e la moda perdono molto della loro magia, fatta di incontri, socialità e reazioni di meraviglia alle creazioni più originali.

Per sopperire questa mancanza e riuscire a creare interesse e hype soprattutto tra chi sogna la moda (e la compra), Saint Laurent ha invitato i suoi ambassador e e le sue muse a condividere foto che li ritraevano con i capi della nuova collezione.

Un modo interessante per coinvolgere le persone e creare più interesse intorno a nuovissimi abiti: un’operazione ben riuscita, visti i milioni di like.

Parole di Carlotta Tosoni