Ritrovamento shock nel Po: due cadaveri sono emersi dalle acque del fiume. Uno è senza testa

L'avanzato stato di decomposizione delle salme ha reso impossibile l'identificazione del sesso

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 9 ottobre 2018

Ritrovamento shock nel Po: due cadaveri sono emersi dalle acque del fiume. Uno è senza testa
Foto: Pixabay

E’ giallo lungo le rive del Po: due corpi senza vita sono improvvisamente emersi dalle acque del fiume. Il primo, senza testa, è stato ritrovato nel tardo pomeriggio di ieri, nel ramo del fiume che divide Porto Tolle da Taglio di Po, fra Santa Giulia e Ca’ Lattis. Il secondo è affiorato dalle acque a Donzella, in provincia di Rovigo. Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri.

Il corpo ritrovato per primo ieri, verso sera, era probabilmente in acqua da lungo tempo, ciò giustificherebbe il suo avanzato stato di decomposizione. Oltre alla testa, mancano infatti anche entrambi gli avambracci, inoltre i tessuti fortemente compromessi su tutta la superficie della salma hanno reso impossibile l’identificazione del sesso.

Entrambi i cadaveri sono attualmente a disposizione dell’autorità giudiziaria. Le Forze dell’Ordine hanno avviato un’indagine sul macabro ritrovamento: gli inquirenti sono già al lavoro per identificare le salme e le cause del decesso.