Ritenzione idrica: ecco cosa dovete mangiare

Ecco per voi un piccolo vademecum da stampare e appendere al frigo, i consigli alimentari su quello che dovete mangiare se soffrite di ritenzione idrica e volete sconfiggere questo problema, ecco tutti i consigli e gli schemi.

Gambe gonfie

Noi donne soffriamo molto spesso di ritenzione idrica, questa più la cellulite sono un mix molto antiestetico che da un lato può essere curato e mitigato con l’alimentazione e poi affiancando massaggi, palestra e creme specifiche. Come dicevamo la cosa fondamentale per ridurre la ritenzione idrica è seguire un’alimentazione sana e bilanciata, ridurre drasticamente il sale e poi mantenersi sotto le 1200/1400 calorie, non esagerare con le dosi e fare sempre cinque pasti al giorno: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena.

Ecco tra gli alimenti di uso comune, quali dovete mangiare se volete sconfiggere la ritenzione idrica:

  • Carne: manzo, vitello, tacchino, coniglio, pollo, agnello, maiale magro
  • Pesci: qualsiasi tipo ma preferibilmente fresco. Esclusi i crostacei, polpo, seppie e vongole.
  • Pane/Cereali: pane sciapo, fette biscottate, asodiche, riso, pasta, semolino
  • Uova: tuorlo
  • Zucchero/dolci: miele e zucchero
  • Legumi/vegetali: patate, fagioli, insalata, carote, castagne, tutti i vegetali verdi ad eccezione di: spinaci, sedano, cavolo rosso, crescione, crauti, cetrioli, radicchio, lenticchie
  • Frutta: tutta ma solo fresca
  • Grassi: olio di oliva, olio di mais, burro

 

E’ essenziale usare poco sale e preferire quello iposodico e poi evitare assolutamente il cioccolato e la liquirizia.
 

Parole di Serena Vasta

Serena Vasta è stata collaboratrice di Pourfemme e di Buttalapasta dal 2008 al 2019, occupandosi principalmente di tematiche relative alla cucina e alla casa, con qualche incursione nella salute e benessere.