Rischia di morire per il vizio di mangiarsi le unghie: l’incubo di un 57enne

Un gesto banale e davvero comune si è tradotto nel peggiore capitolo della vita di un uomo scozzese. Arrivato in ospedale in condizioni drammatiche, ha rischiato di non rivedere più la sua famiglia.

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 29 ottobre 2018

Rischia di morire per il vizio di mangiarsi le unghie: l’incubo di un 57enne
Foto: Pixabay

Ha rischiato di morire per il vizio di mangiarsi le unghie: l’incubo inaspettato di un 57enne scozzese, Ricky Kennedy, è diventato un caso internazionale. La sua storia accende i riflettori sui gravissimi rischi che si corrono a causa di un gesto comune e sottovalutato.

Si mangia le unghie e sviluppa una grave malattia

Una gravissima malattia ha costretto un uomo di 57 anni, Ricky Kennedy, alla paralisi temporanea e al concreto rischio di morire.

La sua condizione si è sviluppata per un banale e comunissimo vizio: mangiarsi le unghie. In particolare, lui aveva la pessima abitudine di mordicchiarsi il pollice. Un gesto che ha causato una ferita da cui si è poi originata una vescica.

Nel giro di pochi giorni, l’infezione si è diffusa al resto del corpo costringendolo alle cure ospedaliere. I medici hanno diagnosticato una setticemia che avrebbe potuto ucciderlo: aveva soltanto il 50% di possibilità di sopravvivenza.

Il calvario del 57enne è durato diversi mesi. Al momento del ricovero, le vesciche si erano sviluppate sul petto e sulle braccia, e il quadro clinico appariva fortemente compromesso.

Nel Regno Unito, si stima che la sepsi uccida circa 44mila persone ogni anno. Kennedy può ritenersi un uomo davvero fortunato, essendo riuscito a guarire per un soffio dall’infezione killer che ha aggredito l’intero organismo.

Dovrà convivere, però, con alcune patologie croniche scatenate dalla gravissima infezione. Tra queste l’artrite settica e l’asma.

LEGGI ANCHE: Si mangia le unghie, 20enne sviluppa un tumore: dito amputato