Rimini, studentessa segregata e violentata: denunciato uno straniero di 43 anni

L'uomo, di origini pakistane con regolare permesso di soggiorno, dovrà rispondere dei reati di sequestro di persona e violenza sessuale

Pubblicato da Beatrice Elerdini Lunedì 29 ottobre 2018

Rimini, studentessa segregata e violentata: denunciato uno straniero di 43 anni
Foto: Ansa

Drammatica vicenda per una studentessa di 23 anni di Rimini. Si è rivolta al Pronto Soccorso dell’Ospedale ‘Infermi’, confidando ai medici di essere stata segregata e violentata per un’intera notte nell’abitazione di un uomo di origini pakistane. Dai controlli clinici sono emerse lesioni ed ecchimosi riconducibili a quanto raccontato dalla vittima. Immediata la segnalazione alle Forze dell’Ordine. 

Una pattuglia è subito giunta in ospedale. La studentessa ha raccontato nel dettaglio all’ispettore le violenze subite.

Venerdì sera, la giovane, appena rientrata in treno da Ravenna, si è fermata in una rosticceria non lontana dalla stazione ferroviaria per acquistare un kebab. L’uomo, 43enne con regolare permesso di soggiorno, ha dapprima servito il panino alla ragazza e poi le ha proposto di seguirlo in casa sua. La scusa è stata quella di un massaggio.

In un primo momento la 23enne non ha accettato, ma poi, dietro insistenza dell’uomo, ha accolto l’invito. Una volta entrata nell’abitazione, il 43 ha segregato la giovane e l’ha violentata per diverse ore.

L’uomo è stato denunciato per sequestro di persona e violenza sessuale. Ora la denuncia è al vaglio del sostituto procuratore, Luigi Sgambati.

LEGGI ANCHE: 27enne plagiata, picchiata e segregata: arrestato 55enne con presunti poteri soprannaturali