Riciclo creativo, i fustini di cartone dei detersivi diventano giochi per i bambini

Ecco a voi delle simpatiche idee per poter riciclare i fustini dei vostri detersivi, qualunque sia la forma o il materiale con i quali sono stati realizzati. Idee per i nostri bambini ma anche per la nostra casa.

fustini riciclati

Se non scambiereste mai i vostri fustini di cartone dei detersivi per nessun’altra soluzione proposta oggi dai principali marchi di detergenti per la nostra lavatrice, sappiate che gettare tali contenitori nel cassonetto dedicato a carta e cartone non è l’unica soluzione. Se vogliamo donare al mondo meno rifiuti possibili, sappiate che possiamo inventarci tanti modi per trasformare imballaggi e contenitori come questo in nuovi oggetti da usare in casa. Magari per creare proprio dei giocattoli da dare ai nostri bambini. Vediamo allora come possiamo riutilizzare i fustini dei detersivi, quelli cilindrici o anche di altre forme in cartone, per intenderci meglio.

Io da piccola usavo i fustini dei detersivi , quelli rotondi, come contenitore per i miei giochi: vi basterà colorare l’esterno con dei colori adatti a tale superficie, della tonalità che i bambini amano di più. Magari sopra possiamo realizzare con i piccoli delle decorazioni o realizzate da loro o attraverso la tecnica del decoupage o, ancora, con degli stickers già pronti per l’uso.
 
Possiamo anche usare questi contenitori per mettere al loro interno i nostri rifiuti indifferenziati, magari proprio la carta e il cartone, ma anche la plastica, il vetro o l’alluminio. Poi possiamo pensare di realizzare una casa per le bambole, nel caso si tratti di una scatola a forma di parallelepipedo, aprendola totalmente e realizzando i mobili da appiccicare alle pareti.
 
Possiamo anche creare dei portariviste, tagliando via di netto il coperchio e usando la base decorata per inserire riviste, giornali, libri, dvd o cd. In base alle dimensioni possiamo anche realizzare dei porta oggetti da scrivania, magari usando i contenitori dei nuovi detersivi in capsula. E poi via libera alla vostra fantasia: l’importante è ricreare qualcosa utilizzando oggetti che altrimenti avremmo buttato via. Come abbiamo fatto ad esempio con le capsule di caffé trasformate in gioielli o con i tappi di bottiglie realizzando dei quadri artistici!

Parole di Patrizia Chimera

Patrizia Chimera è stata collaboratrice di Pourfemme dal 2011 al 2017, occupandosi principalmente di tempo libero, tematiche relative alla maternità e alla vita familiare, casa e fai da te.