8 ricette sane per soddisfare la vostra voglia di dolci e caramelle

Ci sono periodi in cui non si riesce proprio a non pensare ai dolci, ma se non vogliamo rischiare cedendo alla tentazione ecco qualche alternativa più sana

Dolce sano con frutta e yogurt

Foto Shutterstock | Oksana Mizina

Ci sono quei periodi in cui non si riesce proprio a non pensare ai dolci: caramelle, snacks, zuccherini e confetti sembrano ovunque. Se qualche volta cedere alla tentazione non è un grosso problema, farlo troppo spesso può diventarlo: carie, obesità e diabete sono, purtroppo, le conseguenze più comuni.

Ecco, quindi, che vi proponiamo delle alternative a dolci e caramelle sane e divertenti per placare la vostra voglia di zucchero.

Frutta disidratata

Certo, anche la frutta fresca è un valido compromesso quando si ha voglia di dolci, ma ingannare la nostra mente con una mela al posto di una caramella (o un pacchetto) non è sempre così facile.

Quella disidratata però potrebbe: concentra gli zuccheri naturalmente contenuti nella frutta, insieme a tutti gli altri nutrienti buoni.

Ovviamente essendo più concentrata, ha un apporto calorico per grammo maggiore, bisogna quindi controllare le quantità. L’importante però è controllare gli ingredienti quando si acquista: non deve avere zuccheri aggiunti, ovvio.

Gelato di frutta e verdura

Sì, potrebbe non sembrare la stagione per il gelato, ma in realtà questa ricetta si presta anche a sapori più invernali: tutto quello che bisogna fare è frullare della frutta congelata e arricchirlo con quello che più ci piace: si può addolcire con miele o datteri, aggiungere del burro di noccioline o della granola fatta in casa.

Per sentirsi più in autunno provate a farlo con la zucca e tanta cannella, oppure di cachi dolci con cacao amaro.

Strisce gommose di frutta

Tutti da bambini abbiamo assaggiato le caramelle gommose “a striscia”: coloratissime e divertenti, si potevano arrotolare e mangiare in un sol boccone oppure strappare direttamente coi denti.

Vi proponiamo una versione più sana dei dolci dell’infanzia, e ugualmente divertente: 350 grammi di frutta, il mango è perfetto; 2-3 cucchiai di miele e due di succo di limone.

Dopo aver frullato tutto insieme, basterà stendere la crema ottenuta su una leccarda (circa mezzo centimetro di spessore) e cuocerla in forno a 70° per 4-6 ore. Trascorso questo tempo bisognerà, una volta raffreddato, tagliarlo in strisce. Et voilà.

Bon bon energetici

Come si può intuire dal nome, questi snack sono “energetici” perché molto ricchi, non sono esattamente dietetici, ma tutte le calorie provengono da ingredienti buoni e non c’è quindi da preoccuparsi.

Al contrario, sono dei veri concentrati di fibre, proteine e grassi buoni. Gli ingredienti sono pochi e semplici: fiocchi d’avena, frutta secca, semi oleosi, datteri o miele.

Si possono aggiungere proteine in polvere, scaglie di cocco o di cioccolato, e dopo aver tritato grossolanamente tutti gli ingredienti insieme e aver formato le palline, basterà refrigerarle perché si induriscano.

Frutta secca caramellata al miele

La frutta secca è ricchissima di grassi buoni che aiutano il cuore, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari. È anche ricca di fibre e proteine. E può aiutare a perdere peso.

Un modo per ingolosirla, senza eccedere negli zuccheri raffinati degli snack da supermercato, è quella di arrostirla in forno con un po’ di miele.

Anche i ceci si possono caramellare

Sì, sembrerà strano, ma anche i legumi sono ottimi caramellati, specie i ceci. Potrete cuocerli voi stesse, o usare quelli in barattolo: dopo aver aggiunto un po’ di miele andranno anche questi arrostiti in forno.

Rispetto alla frutta secca però i legumi dolci hanno un vantaggio extra: sono una grande fonte di proteine.

“Impasto per biscotti”

Ammettiamolo, tutti amano assaggiare l’impasto crudo dei dolci, soprattutto quello dei biscotti (anche se non si dovrebbe). Vi proponiamo una versione più leggera e fatta apposta per essere consumata cruda, a base di ceci.

Frullando insieme una tazza di ceci cotti, 3 cucchiai di dolcificante (miele, datteri o zucchero non raffinato), una tazzina da caffè di burro di noccioline, 3 cucchiai di avena, un pizzico di sale e qualche scaglia di cioccolato, si otterrà una pasta simile a quella dei biscotti, ma ricca di fibre e proteine.

Budino di avocado al cacao

Re indiscusso dei grassi buoni: l’avocado. Pochi sanno che, al di là al classico toast, è perfetto anche per le ricette dolci: frullando un avocado, mezza tazza di latte (magari vegetale), un cucchiaino di cacao e un dolcificante a vostra scelta, si otterrà un budino cremosissimo, ricco di vitamina C, potassio e acido folico.

Parole di Alanews