Ricetta delle chiacchiere o frappe di Carnevale [FOTO]

Presentiamo in questo post la ricetta del dolce tradizionale del Carnevale, le chiacchiere o frappe. Le chiacchiere hanno assunto diversi nomi nelle varie regioni italiane pur volendo indicare sempre lo stesso dolce. Vengono chiamate chiacchiere in Sicilia, Campania, Lazio, Sardegna, Umbria, Puglia, Calabria e nel milanese, mentre il termine frappe è tipico dell'Italia centrale, bugie a Genova, Torino e Imperia; cenci in Toscana, cròstoli a Ferrara, in Veneto, Trentino, Friuli Venezia Giulia; galàni a Venezia e a Padova, intrigoni, lasagne, lattughe, pampuglie, rosoni o sfrappole a Bologna, Modena e in Romagna, cioffe a Sulmona e nel Centro Abruzzo, sfrappe nelle Marche.

Pubblicato da Ritana Schirinzi Mercoledì 16 gennaio 2013

Il dolce più tradizionale di Carnevale sono senza dubbio le chiacchiere o frappe. A seconda della regione italiana, infatti, questo tipo di dolce carnevalesco assume un nome differente. Vengono chiamate chiacchiere in Sicilia, Campania, Lazio, Sardegna, Umbria, Puglia, Calabria e nel milanese, mentre il termine frappe è tipico dell’Italia centrale. La sostanza comunque rimane la stessa: buonissime e golose, non possono proprio mancare nelle nostre case nel periodo carnevalesco.

In realtà, esistono anche altre denominazioni come bugie (Genova, Torino, Imperia), cenci (Toscana), cròstoli (Ferrara, Veneto, Trentino, Friuli Venezia Giulia), galàni (Venezia, Padova), intrigoni, lasagne, lattughe, pampuglie, rosoni o sfrappole (Bologna, Modena, Romagna), cioffe (Sulmona, Centro Abruzzo), sfrappe (Marche).

La ricetta da seguire è molto semplice e richiede un tempo di preparazione breve perché in una mezz’ora circa avrete pronte le vostre dolcissime chiacchiere.

La ricetta delle frappe

chiacchiere fritte
Ingredienti:
400 gr. di farina “00”
25 gr. di zucchero a velo
50 gr. di burro
2 uova intere
2 tuorli
una buccia di limone grattugiato
1 pizzico di sale
Preparazione:
Formare una fontana con la farina setacciata, quindi aggiungere tutti gli altri ingredienti. Amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e consistente da lasciar riposare per circa 10 minuti. Stendere l’impasto con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia molto sottile. A questo punto, con la rotella rigata, procedere a ritagliare striscioline e rombi dalle forme più varie. Friggere in olio bollente per pochi minuti, sgocciolarle su carta assorbente da cucina e cospargerle con lo zucchero a velo. Servire calde.