Chi sono i reali che si sono ritirati dalla vita di palazzo (come Meghan e Harry) o che hanno rinunciato ai loro titoli per amore

Vivere a corte a tanti vantaggi ma anche qualche svantaggio: alcuni reali, volenti o nolenti, hanno rinunciato agli obblighi della vita aristocratica

Principe Andrea, Duca di York, partecipa a un servizio di commemorazione presso la Cattedrale di Manchester che segna il 100 ° anniversario dall'inizio della battaglia della Somme. 1 luglio 2016 a Manchester, in Inghilterra

Foto Getty Images | Christopher Furlong - WPA Pool

Meghan e Harry non sono certo gli unici reali ad aver abbandonato la vita  di corte e i suoi obblighi per dedicarsi alla famiglia e al lavoro. 

La vita degli aristocratici non è tutta rosa e fiori come ci hanno dimostrato i duchi di Sussex, ma può avere anche dei lati oscuri oltre che molte regole da rispettare: non tutti sono disposti a rinunciare alla propria libertà pur mantenere i privilegi che derivano dall’appartenere a una famiglia reale.

Gli ex reali che hanno scelto la normalità

Il desiderio di vivere in libertà una storia d’amore, la volontà di affermarsi sul mondo del lavoro o ancora voler stare lontano dai riflettori sono le principali motivazioni che hanno spinto negli anni alcuni reali a fare un passo indietro.

Re Edoardo VIII innamorato pazzo di Wallis Simpson

Uno dei tanti scandali che colpì la famiglia reale inglese nel corso del Novecento fu l’abdicazione di re Edoardo VIII nel 1936. Il sovrano lasciò il trono per sposare il grande amore della sua vita, l’americana Wallis Simpson, pluridivorziata: all’epoca la chiesa d’Inghilterra non permetteva di sposare una donna già sposata e non vedova. Lei per di più non era nemmeno nobile e questo creò molto scalpore. 

Visto che la famiglia reale impedì gli di rendere ufficiale la relazione con Wallis anche una volta salito al trono, preferì abdicare per sposarsi. I due vissero a Parigi e non ebbero figli.

A Edoardo succedette il fratello, re Giorgio VI, padre e predecessore di Elisabetta.

Il principe Andrew

Fratello minore di Carlo, marito di Sarah Ferguson e padre delle principesse Eugenia e Beatrice, il principe Andrea è stato costretto ad allontanarsi dalla vita di corte a causa dello scandalo sessuale che l’ha visto coinvolto. Amico di Jeffrey Epstein, è stato accusato di abusi e violenze sessuali anche nei confronti di minorenni: il caso ha indignato opinione pubblica e Corona.

In Svezia, i nipoti del re non discendenti dell’erede al trono non avranno titoli nobiliari

Il re Carlo XVI Gustavo di Svezia ha tre figli: Vittoria, Carlo Filippo e Maddalena. La primogenita è l’erede al trono e i suoi figli godono dei titoli nobiliari, a differenza di quelli dei fratelli, che non ne avranno diritto.

Una semplificazione che è stata accolta con favore dai figli del re, che vedono in questa scelta la possibilità dei loro figli di crearsi il proprio futuro e la propria vita in base alle loro inclinazioni.

La principessa Ayako del Giappone, che ha rinunciato a tutto per amore

Secondo la legge, in Giappone qualsiasi membro femminile della famiglia imperiale se sposi con un uomo non nobile deve rinunciare al titolo e alla residenza reale. Ed è quello che è accaduto alla principessa Ayako sposando il suo fidanzato di lunga data, l’uomo d’affari Kei Moriya. Ayako era figlia di Norihito, principe Takamado, cugino dell’imperatore emerito Akihito.

Stessa sorte toccherà alla principessa Mako, figlia del Principe Akishino (secondogenito dell’imperatore emerito), che ha annunciato il suo fidanzamento nel 2017 con Kei Komuro, ma che non si è ancora sposata. Infatti, nonostante il padre approvi l’unione, ci sono diverse questioni finanziarie da chiarire.

La regina Beatrice dei Paesi Bassi, l’imperatore Akihito del Giappone e re Juan Carlos di Spagna: anche i sovrani vanno in pensione

Mentre Elisabetta non cede il proprio trono e anzi, si sta impegnando a rappresentare il proprio paese fino all’ultimo dei suoi giorni, sono tanti altri i reali che invece hanno preferito abdicare per dar spazio ai propri successori, godendosi la pensione e rinunciando al faticoso lavoro di sovrano.

Beatrice dei Paesi Bassi ha regnato dal 1980 al 2013, cedendo il passo al figlio Guglielmo Alessandro, l’imperatore emerito del Giappone Akihito ha fatto lo stesso nel 2019, dopo trent’anni di regno, in favore del figlio Naruhito.

Re Juan Carlos I di Spagna ha abdicato nel 2014, ora il re è suo figlio Felipe VI. L’ex sovrano al momento si trova in esilio volontario ad Abu Dhabi, fatto che ha destato non pochi dubbi visto che è coinvolto in diversi procedimenti penali per evasione fiscale.

Parole di Carlotta Tosoni