Prurito ai piedi: cause e rimedi

Il prurito ai piedi può essere il sintomo di diversi disturbi, dalle infezioni alle malattie dermatologiche.

Prurito ai piedi

Fastidioso e altrettanto misterioso, il prurito ai piedi, ma quali sono i colpevoli da additare? La lista dei possibili responsabili è più lunga del previsto, così come è più nutrito di quanto si possa pensare l’elenco dei fattori di rischio e dei sintomi correlati. Solitamente, però, non si tratta di patologie preoccupanti, anzi: il prurito ai piedi è solo il sintomo più evidente di disturbi localizzati, che nella maggior parte di casi, colpiscono la pelle. Per individuare meglio le cause, ecco qualche informazione utile e alcuni rimedi efficaci.

Quel fastidioso prurito

Meglio chiarire, onde evitare dubbi o fraintendimenti, che il prurito, anche quando colpisce i piedi, è solo un sintomo di un altro disturbo. Sintomo, decisamente fastidioso e difficile da ignorare, che può essere isolato o presentarsi in “pessima compagnia” di altri problemi.
 
L’istinto a grattarsi è forte, spesso associato a una sensazione di bruciore o solletico, il prurito può essere esteso a tutto il piede o localizzato con maggiore precisione, sulla pianta o sulle dita.
 

Tutti i colpevoli e i rimedi possibili

Le cause del prurito ai piedi possono essere le più disparate, da quelle temporanee e sporadiche per eccellenza, come le punture di insetto, a quelle riconducibili alle forme allergiche. Piccole e grandi infiammazioni, così come bruciori e prurito, possono essere parte integrante di una reazione allergica a un prodotto cosmetico o a un materiale (calze e calzature). Se nel caso delle punture di insetto, meglio applicare sulla zona colpita una pomata specifica, per le allergie è necessaria un’indagine più approfondita con l’aiuto dello specialista per smascherare l’allergene e approntare la cura più adatta al caso specifico.
 
Il prurito può essere scatenato anche dalle malattie dermatologiche, come le dermatiti, la psoriasi o la disidrosi, un disturbo, definito anche eczema disidrotico, caratterizzato dalla presenza di piccole vescicole sulla pianta o sulle dita dei piedi. In questi casi, meglio rivolgersi al dermatologo per scegliere la terapia più adatta, solitamente a base di farmaci per uso topico.
 
La colpa può essere anche di funghi e batteri, che scatenano l’infezione e una serie di possibili disturbi correlati, come il prurito. È il caso, per esempio, del piede d’atleta, un’infezione contagiosa e molto comune che colpisce la pelle del piede ed è provocata di un fungo, che cresce sulle sulle dita dei piedi. Oltre al prurito, si possono notare altri segnali tipici: la pelle degli spazi interdigitali, presenta anomali arrossamenti, desquamazioni, fessure. Il trattamento più efficace è a base di farmaci antimicotici, da applicare localmente o da assumere per via orale.

Parole di Camilla Buffoli

Camilla Buffoli è stata una collaboratrice di Pourfemme dal 2011 al 2017, occupandosi principalmente di salute della donna e tematiche relative alla maternità. Nel corso del 2014, ha scritto di curiosità ed eventi su Nanopress.