Prova costume: cosa mangiare in pausa pranzo

Se siete abituati a rimanere in ufficio nella pausa pranzo assolutamente vietato sgranocchiare qualcosa comprato alle macchinette: merendine e taralli hanno un effetto devastante sulla vostra linea anche se a voi sembra di mangiare pochissimo.

Pausa pranzo

Se siete abituati a rimanere in ufficio nella pausa pranzo assolutamente vietato sgranocchiare qualcosa comprato alle macchinette: merendine e taralli hanno un effetto devastante sulla vostra linea anche se a voi sembra di mangiare pochissimo.

Se proprio non riuscite ad uscire, fate un piccolo sforzo e portatevi da casa un’insalata. Oggi nei supermercati si trovano anche delle comode vaschette di insalata mista con bustine di olio e aceto per condirle. Nello stesso modo potrete anche acquistare delle macedonie già pronte per essere consumate.
 
Insistete per sistemare un piccolo frigorifero in uno sgabuzzino: sappiate che se consumate la pausa pranzo in ufficio è vostro diritto avere la possibilità di conservare al meglio i cibi.
 
Se invece riuscite ad uscire anche solo per una mezzoretta concedetevi una volta alla settimana un bel gelato rinfrescante in sostituzione del pranzo. La cosa migliore sarebbe scegliere i gusti alla frutta ed abbinarli a frutta fresca per un pasto completo che però deve essere un’eccezione e non la regola.
 
Da preferire sempre il gelato artigianale perchè contiene ingredienti naturali: se volete verificare il gelataio è tenuto a fornirvi la lista degli ingredienti di ogni gusto, quando non è direttamente esposta sul bancone.

Parole di Francesca Bottini

Francesca Bottini è stata collaboratrice di Pourfemme dal 2009 al 2018, occupandosi principalmente di alimentazione, benessere, tematiche legate alla maternità e alla famiglia.