Processione shock: l’arcivescovo arriva con una Porsche trainata da 50 bambini

Il surreale resoconto in un video che ha fatto inevitabilmente il giro del mondo. Il prelato, sommerso dalle critiche, è stato costretto a riparare sulle scuse, anche se incredulo per la risonanza mediatica dell'accaduto.

Pubblicato da Giovanna Tedde Venerdì 16 novembre 2018

Processione shock: l’arcivescovo arriva con una Porsche trainata da 50 bambini
Foto: Pixabay

Un arrivo trionfale, inaspettato e per molti sconvolgente: nel corso di una processione, il nuovo arcivescovo di Żebbuġ (Malta) si è presentato a bordo di una Porsche decappottabile. Ma non basta: la macchina era trainata da 50 bambini. Il video ha fatto il giro del mondo.

Arcivescovo a bordo della Porsche

A Malta, le immagini di una singolare processione sono diventate subito virali, esondando dall’alveo delle cronache locali sino a irrompere in quelle internazionali.

Il motivo è presto detto: il nuovo arcivescovo della cittadina di Żebbuġ, Gwann Sultana, si è presentato su una Porsche decappottabile trainata da 50 bambini, mentre in piedi salutava i fedeli.

Una scena che ha lasciato tantissimi senza parole, ma non i presenti: nessuno, infatti, è apparso minimamente stupito per quella marcia trionfale del prelato 47enne.

Due file di bimbi vestiti con una sorta di divisa, 50 in totale, per trainare la vettura tra due ali di folla. La processione si è svolta lo scorso 11 novembre per le vie della città di Gozo.

L’arcivescovo ha scelto un modo decisamente surreale per inaugurare il suo ministero, iniziato dopo le dimissioni del predecessore.

Sui social, come sui media di mezzo mondo, una vena di indignazione ha fatto da cornice all’accaduto, tanto da spingere l’arcivescovo a ripiegare su una frase di scuse che, però, non avrebbe convinto tutti: “Mi dispiace, non credevo che quella processione avrebbe potuto suscitare così tante critiche. Credo che alcuni commenti siano profondamente ingiusti”.

LEGGI ANCHE: Padre Nostro: ecco come cambia la preghiera