Priyanka Chopra racconta: "Volevano che mi rifacessi"

A breve uscirà la sua autobiografia, dove Priyanka Chopra racconta di quando le chiesero di ricorrere alla chirurgia estetica per ottenere un ruolo ad Hollywood

Priyanka Chopra

Foto

L’11 febbraio uscirà la sua autobiografia, ma c’è già qualche anticipazione. Priyanka Chopra, infatti, ha rivelato di aver messo a nudo nel suo libro i casi di sessismo che l’hanno coinvolta.

Arrivata ad Hollywood, già star della versione indiana dell’industria cinematografica, Bollywood, e Miss Mondo nel 2000, Priyanka Chopra si sentì dire da un regista che non era abbastanza bella.

A quanto racconta la star della serie tv Quantico, il regista in questione le avrebbe addirittura consigliato di ricorrere alla chirurgia estetica per poter ottenere dei ruoli.

Priyanka racconta: “Era come se penetrasse la mia psiche”

Nel libro, Unfinished, Priyanka Chopra ricorda che in occasione di un colloquio, il direttore della pellicola in cui sperava di ottenere un ruolo le consiglio “rifarsi”. “Dopo qualche minuto di conversazione, il regista mi ha chiesto di alzarmi e di camminare davanti a lui. Nel frattempo, lui mi fissava con insistenza, come se stesse penetrando all’interno della mia psiche. Mi consigliò un lavoro di chirurgia plastica al seno, alla mascella e al sedere. Come se non bastasse, mi passò il nome di un ottimo chirurgo di Los Angeles con cui il mio manager di allora fissò un appuntamento“, racconta la moglie di Nick Jonas.

“Mi sono sentita piccolissima”

A HuffPost, Priyanka Chopra ha raccontato, come riporta anche in Unfinished, di essersi sentita umiliata. “Mi sono sentita piccolissima e priva di forza quando ho lasciato l’appuntamento con il regista”. Continuando poi: “Moltissimi giornalisti mi hanno definita scura di carnagione e dall’aspetto decisamente singolare. Caratteristiche del genere mi avrebbero escluso dal mondo di Hollywood?“.

Il sostegno di chi la ama

Per fortuna, Priyanka Chopra non ha ceduto alle critiche e ai “consigli” di questo sedicente esperto di Hollywood. L’attrice, che ha avuto una carriera di tutto rispetto rimanendo natuale, ha ricordato quanto sia importante l’affetto di chi ti sta accando, per restare fedeli a se stesse.

Conversazioni del genere capitano spesso. Adesso riuscirei a reagire ma, all’epoca, sono rimasta traumatizzata e non ho avuto il coraggio di dire nulla. Da teenager ero davvero timida. Poi, quando ho iniziato a sentire accanto a me la vicinanza e il supporto della famiglia e degli amici, sono stata in grado di trasformarmi in una donna adulta. Mi rendo conto, però, che il passaggio da persona timida ad ardita e coraggiosa non è per niente semplice!“.

Parole di Elena Pavin