Prisoner, la canzone che ricorda l'amore tra Miley Cyrus e l'ex marito

Un viaggio tra le ombre e le luci dell'amore, ispirato al ricordo della relazione burrascosa con l'attore australiano Liam Hemsworth

miley cyrus

Foto Getty Images | Alberto E. Rodriguez

Da ragazzina acqua e sapone, star della serie tv Hanna Montana, Miley Cyrus è oggi una delle cantanti e attrici più controverse del panorama artistico mondiale. Con il suo ultimo lavoro discografico, “Plastic Hearts“, Miley Cyrus torna a calcare il palcoscenico, insieme alla regina del pop britannico Dua Lipa. La punta di diamante dell’album è “Prisoner“, il brano a due voci che racconta la prigionia dell’amore, tra fughe e ritorni inaspettati: un viaggio tra le ombre e le luci dell’amore ispirato all’esperienza diretta della cantautrice, al ricordo della relazione burrascosa con Liam Hemsworth.

Miley: “Ho ritrovato me stessa”

Protagonista dell’ultimo album di Miley Cyrus è l’amore, nel suo aspetto più distruttivo, come il rogo che ha devastato due anni fa la casa di Miley Cyrus in Australia, dalle cui ceneri è nato poi l’album “Plastic Hearts“. “Anche in mezzo a quelle ceneri“, ha scritto sui social Miley Cyrus per presentare l’album, “io ho ritrovato me stessa“.

La storia con Liam Hemsworth

Tra le righe di “Prisoner” si intravede, così, il fantasma del matrimonio di Miley Cyrus con l’attore australiano Liam Hemsworth: una storia d’amore destinata a consumarsi in soli 8 mesi dalla data del matrimonio. Dopo essere stata fidanzata con il modello Justin Gaston, nel 2009 Miley Cyrus ha conosciuto l’attore australiano Liam Hemsworth, con cui ha avuto una relazione altalenante per quasi dieci anni. Dopo alti e bassi, i due si sono sposati il 23 dicembre 2018. Purtroppo però, dopo solo 8 mesi di matrimonio, la coppia ha annunciato la separazione.

L’amore come una prigione

La storia con l’attore australiano ha però lasciato un segno indelebile nel vissuto della cantautrice statunitense, come si evince dai versi di “Prisoner”: “Ho assaggiato il Paradiso, ora non posso vivere senza, non posso dimenticarti quando il tuo amore è la cosa più forte. Oh, non riesco a controllarlo, non riesco a controllarlo“.

Nel brano la cantante descrive inoltre le sensazioni di prigionia e dipendenza affettiva che talvolta si creano all’interno di una relazione, quando la favola comincia a tramutarsi in incubo e il paradiso assume i connotati dell’inferno. “Non riesco a toglierti dalla testa, Dio sa che ci ho provato milioni di volte. Perché non puoi, perché non puoi solo lasciarmi andare?“. Sono queste le parole con cui la regina del pop si congeda dal suo più grande amore per intraprendere il cammino verso una nuova libertà.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.