Presa a sprangate dal fratello per l’eredità, la figlia: ‘Mamma non morire’

Antonietta Ficcadenti, è stata violentemente aggredita dal fratello Emidio per questioni economiche. Dopo un'operazione di oltre due, ora versa in condizioni gravissime. La figlia continua a starle accanto e chiede a tutti quelli che la conoscono di pregare per lei.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Lunedì 12 marzo 2018

Presa a sprangate dal fratello per l’eredità, la figlia: ‘Mamma non morire’
FOTO FACEBOOK

Orrore a Cupra Marina: Antonietta Ficcadenti, una donna di 58 anni, è stata presa a sprangate dal fratello Emidio per questioni economiche. Ora versa in condizioni gravissime e la figlia, Barbara, prega per lei: ‘Mamma non morire, ti stiamo aspettando’. Subito dopo il suo ricovero in ospedale sono stati moltissimi anche i messaggi e le chiamate da amici e conoscenti, tutti hanno avuto parole di conforto per Antonietta che ora sta lottando tra la vita e la morte.

Antonietta, dopo essere stata brutalmente picchiata dal fratello, è stata subito ricoverata per le gravi lesioni riportate. Subito è stata sottoposta a un intervento della durata di oltre due ore e successivamente è stata trasferita nel reparto di Rianimazione. Attualmente si trova in coma farmacologico. Le ferite riportate dalla cinquantottenne sono molto gravi e le sue condizioni di salute rimangono gravissime.

La figlia Barbara è sempre rimasta al fianco della madre, attende buone notizie dai medici e intanto ringrazia tutte quelle persone che hanno avuto un pensiero gentile per Antonietta: ‘Chiedo loro di pregare affinché tutto vada bene’.

E mentre la donna è ricoverata nell’ospedale regionale, a breve distanza, nel carcere di Fermo, si trova rinchiuso il fratello Emidio. Attualmente non è stato posto in isolamento, ma è sorvegliato a vista dagli agenti della polizia penitenziaria, affinché eviti gesti inconsulti. L’attenzione su di lui è massima.