Che cos'è il poliamore e perché non va confuso con la coppia aperta!

Tutto quello che c'è da sapere sul poliamore per sfatare miti e tabù sulle relazioni a tre o più persone

amici

Foto Unsplash | Felix Rostig

Che l’amore non sia una fiaba con tanto di principe azzurro e lieto fine, è ormai assodato. E, fortunatamente, le giovani generazioni si stanno affrancando sempre di più dagli ideali stereotipati di coppia e famiglia con cui la maggior parte di noi è cresciuta. La famiglia del Mulino Bianco non esiste più nemmeno nelle pubblicità. Con il tempo infatti si è fatta strada una nuova idea di famiglia, dove le differenze e le peculiarità non vengono cancellate, ma accolte e valorizzate. Ma se c’è un amore che ancora fatica a trovare riconoscimento e rappresentazione è il poliamore. Ebbene sì, l’amore a tre o più persone, da non confondere assolutamente con il tradimento e con una qualche fantasia sessuale. Scopriamo dunque di cosa si tratta e come funziona esattamente.

Lo sapevate che l’essere umano non è monogamo per natura?

Prima di spiegarvi esattamente che cos’è il poliamore, è doverosa una premessa. Secondo gli studiosi, l’essere umano è per natura poligamo. La monogamia è una costruzione culturale, nata probabilmente con lo scopo di garantire una maggiore stabilità sociale. Tuttavia, facendo un viaggio a ritroso nella storia, scopriamo che realtà poliamorose sono sempre esistite e vanno riconosciute come tali.

Leggi anche: Pansessualità, cosa significa e differenze con la bisessualità

Ma che cosa si intende esattamente con poliamore?

Per quanto complesso possa apparire, il concetto di poliamore è piuttosto lineare. Una relazione poliamorosa prevede la piena accettazione della relazione con più persone, incluso il coinvolgimento sentimentale, erotico, affettivo e di gestione della quotidianità. Se nella coppia standard le situazioni di vita sono gestite tra due persone, nella relazione poliamorosa sono coinvolte più persone, che condividono un’intimità emotiva, sentimentale e sessuale.

Per quanto riguarda la conformazione della relazione poliamorosa, è bene sottolineare che non esiste una sola e unica dinamica. Ci sono persone che stringono una relazione con due partner che non interagiscono tra loro, come ci sono persone che condividono l’esperienza romantico-sessuale contemporaneamente tra tutti i poli della relazione.

E come funziona la relazione poliamorosa?

Se nella coppia aperta si vive l’esclusività emotiva e romantica a due, ma sono concesse aperture erotiche con altre persone, nel rapporto poliamoroso la relazione emotiva, romantica, erotica è condivisa in modo totale da tutti i poli. Questo non vuol dire che manchino litigi, incomprensioni e gelosie, perché la relazione poliamorosa si pone spesso all’interno delle medesime dinamiche che caratterizzano una coppia standard. Infatti, chi vive il poliamore non lo fa per trasgredire la normale sociale, ma perché ritiene che affetto, sentimento e attrazione possano essere vissuti pienamente in una situazione più ampia.

Parole di Linda Pedraglio