Partorisce in strada: non aveva soldi per andare in ospedale

Quanto accaduto a Caracas ha riacceso i riflettori sulla devastante portata di una crisi economica che, in Venezuela, è ormai un percorso di distruzione quasi irreversibile.

Pubblicato da Giovanna Tedde Venerdì 26 ottobre 2018

Partorisce in strada: non aveva soldi per andare in ospedale
Foto: Pixabay

Una giovane donna ha partorito in strada, in Venezuela, perché incapace di provvedere economicamente a un ricovero. Non avrebbe avuto i soldi necessari per usufruire del servizio sanitario e portare a termine la sua gravidanza in ospedale. Il fatto, di cui esiste anche un filmato registrato da un passante, è accaduto a Caracas, nell’affollatissima strada Avenida Universidad.  

Partorisce tra i passanti a Caracas

A segnalare il caso è stato il giornalista Carlos Julio Rojas, esponente di punta dell’opposizione al governo, che ha diffuso quelle immagini su Twitter in forma di video-denuncia.  

Per la sua attività avversa al potere, Rojas era finito in un carcere militare nel luglio 2017, poi scarcerato nell’agosto successivo dopo un mese di detenzione.

Poco dopo la partoriente è stata presa in carico dalla polizia, che l’ha accompagnata presso il più vicino nosocomio.  

La crisi schiaccia il Venezuela

L’episodio offre uno spaccato della profonda crisi attraversata da un Paese che vive alla deriva. Si stima che l’iperinflazione cui si assiste sfiorerà il milione per cento nel volgere di pochi mesi.  

Lo rivela il Fondo Monetario Internazionale, che riporta anche il dramma della svalutazione della moneta: al 25 ottobre 2018, per 1 euro servivano 72,84 bolivar sovrani, per 1 dollaro 64,02.

Lo scambio precedente era fissato a 2,48 bolivar per dollaro. Uno degli effetti macroscopici sulla popolazione è l’aumento esponenziale dei prezzi di tutti i beni di prima necessità, servizio sanitario in testa.

LEGGI ANCHE: Venezuela, focus sulla crisi: ecco cosa sta succedendo