Parma, studentessa violentata in classe: denunciato un compagno

Lo stupro si sarebbe consumato sotto gli occhi di altri due ragazzi, che non hanno fatto nulla per aiutare la vittima.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Mercoledì 6 giugno 2018

Parma, studentessa violentata in classe: denunciato un compagno

A Parma una studentessa di 18 anni, che frequenta un istituto superiore della città, ha avuto il coraggio di denunciare il suo aguzzino, un compagno di scuola: l’accusa per il 19enne è di violenza sessuale. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta di Parma, il grave episodio si è consumato lunedì scorso intorno a mezzogiorno, in aula, mentre altri due compagni assistevano allo stupro.

Secondo quanto raccontato dalla giovane studentessa, subito dopo la violenza subita, al preside della scuola e poi ai Carabinieri, il compagno le avrebbe rubato il telefono e poi l’avrebbe immobilizzata per stuprarla. ‘Gli ho ripetuto più volte di ridarmelo. Lui ha iniziato ad andare in giro e l’ho seguito fino a quando è ritornato nella mia aula. Allora mi sono avvicinata per cercare di riprendere il telefono’, ha raccontato la ragazza.

A quel punto il ragazzo, un 19enne di origine africana di un’altra sezione, l’ha bloccata: ‘Mi ha stretto il collo con la mano sinistra spingendomi contro il muro, cercando di baciarmi. Io ero terrorizzata e con la mano libera cercavo di fermarlo, di togliergli le mani dalle mie parti intime, continuavo a dirgli di fermarsi’. La 18enne ha aggiunto che altri due ragazzi hanno assistito all’intera scena senza fare nulla per aiutarla: ‘I miei due compagni di classe gli hanno solo detto di smetterla e per un attimo ha desistito’. L’abuso si sarebbe protratto per circa 20 minuti, poi il 19enne l’avrebbe lasciata andare. La ragazza si è subito diretta nello studio del preside per raccontare l’accaduto. Poi ha provveduto a denunciare il fatto ai Carabinieri.