Paralizzata dopo un trattamento dal parrucchiere: 47enne chiede maxi risarcimento

Stando alla ricostruzione emersa, quella banale cura dei capelli sarebbe costata davvero cara alla donna, colpita da un devastante ictus che le ha stravolto la vita.

parrucchiere

Paralizzata dopo un trattamento dal parrucchiere: 47enne chiede maxi risarcimento al salone di bellezza in cui avrebbe dovuto trascorrere un momento di relax dedicato alla cura dei capelli. Taglio e colore, al costo di circa 200 sterline che suo marito aveva deciso di investire per farle un regalo. Poi il dramma.

Ictus e paralisi dopo il trattamento dal parrucchiere

Ci sarebbe una stretta correlazione fra il trattamento dei capelli cui si è sottoposta la donna e le drammatiche vicende di salute che l’hanno vista protagonista.

Adele Burns, 47 anni, originaria di Glasgow (Scozia), aveva ricevuto un regalo dal marito, che le aveva permesso di dedicarsi alla cura dei capelli in un salone di bellezza. Un gesto banale tradottosi, secondo quanto emerso,in una vera e propria odissea.

Era il 21 aprile 2016 quando la donna avrebbe fatto il suo ingresso in un centro specializzato per uscirne con un nuovo taglio e un nuovo colore. Un trattamento del valore di 200 sterline sfociato in tragedia.

La 47enne sarebbe stata sottoposta a una seduta di circa 5 ore, con sei lavaggi ai capelli. Ad ogni shampoo, sarebbe stato impiegato in lavandino senza le dovute protezioni in gomma, che le avrebbe causato un trauma al collo con conseguente coagulo che avrebbe inficiato il normale afflusso di sangue al cervello.

Ne sarebbe scaturito un devastante ictus, evenienza che rientrerebbe in quello spettro di infortuni noto al settore come ‘ictus da salone di bellezza’.

Terminato il trattamento, una volta a casa la donna avrebbe accusato forti mal di testa e inappetenza, sino al drastico preggioramento del giorno successivo, quando avrebbe perso la vista.

Sarebbe comunque riuscita a telefonare al marito, che l’avrebbe trovata nella totale incapacità di deambulare e parlare, con il lato destro del volto paralizzato.

Al St John’s Hospital di Livingston, i medici le hanno diagnosticato un ictus dovuto alla dissezione dell’arteria vertebrale.

La richiesta di risarcimento

Adele Burns ha deciso di percorrere le vie legali contro il salone di bellezza a cui si era rivolta, tanto da trascinare l’accaduto in tribunale e chiedere un risarcimento di un milione di sterline.

Una consistente istanza, dovuta al fatto che la 47enne versa in condizioni di permanente non autosufficienza, per via dei danni irreversibili riportati a causa dell’ictus. Non può più lavorare né guidare, e per tornare a parlare le occorreranno ancora mesi di riabilitazione.

La famiglia è stata costretta a vendere la casa per sostenere le ingenti spese mediche, e a carico dei titolari dell’esercizio pendono gravissime accuse di negligenza.

La storia di questa donna insegna come occorra grande attenzione nella scelta dei centri di bellezza cui rivolgersi: non solo si affida loro la propria immagine ma anche la propria salute.

Parole di Giovanna Tedde