Paola D’Ovidio trovata morta in provincia di Vercelli: probabile suicidio

La 45enne era scomparsa lo scorso 14 luglio. Il corpo è stato ritrovato a breve distanza dal punto in cui era stata abbandonata la sua automobile

Pubblicato da Beatrice Elerdini Venerdì 14 settembre 2018

Paola D’Ovidio trovata morta in provincia di Vercelli: probabile suicidio
Foto: Pixabay

Il corpo rinvenuto fra Sali e Vercelli appartiene a Paola D’Ovidio, una donna pescarese di 45 anni. Da tempo ormai abitava a Santhià, poi improvvisamente lo scorso 14 luglio ha fatto perdere le tracce di sé. Della sua scomparsa si era occupata anche la trasmissione ‘Chi l’ha visto?. Il corpo è stato ritrovato privo di vita a pochi passi da dove era stata abbandonata la sua automobile: in una zona isolata all’interno di una risaia.

La famiglia di Paola vive a Pescara ed il fratello aveva parlato con lei proprio il giorno prima della sua scomparsa: era molto amareggiata per la separazione dal marito. Era addirittura arrivata a chiamare i Carabinieri dicendo di aver ucciso il compagno, fatto poi smentito e che le è costato una denuncia per procurato allarme.

Sul corpo della donna ritrovato privo di vita, incastrato in un canale, gli agenti non hanno riscontrato alcun segno evidente di violenza, tuttavia sarà l’autopsia a chiarire le reali cause del decesso. Al momento l’ipotesi più accreditata è che si sia trattato di suicidio.

A fine agosto, in Mozambico, Eleonora Contin è stata trovata morta, dopo essere scomparsa durante un’immersione.