Palermo, bambina di 9 anni costretta a prostituirsi: arrestati i genitori

I due sono stati fermati con l'accusa di violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile. Oltre a loro, in arresto anche due uomini con cui la minore avrebbe avuto rapporti a pagamento. Le indagini sono condotte dai carabinieri della Compagnia di Partinico. Ai domiciliari i 4 indagati.

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 19 febbraio 2018

Palermo, bambina di 9 anni costretta a prostituirsi: arrestati i genitori

Sono stati arrestati i genitori della bambina di 9 anni costretta a prostituirsi in un paese in provincia di Palermo. Per loro, e altri 2 indagati, l’accusa è violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile. Disposta la misura cautelare dei domiciliari. Sul caso indagano i carabinieri della Compagnia di Partinico. L’inchiesta era partita dalla segnalazione di un testimone che avrebbe visto la piccola appartarsi con uno degli indagati.

Le accuse ai genitori della bambina costretta a prostituirsi

Le accuse sono gravissime: violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile. Sono finiti ai domiciliari, insieme ad altri due indagati, i genitori della bambina costretta a prostituirsi in provincia di Palermo.
La piccola ha 9 anni, e avrebbe avuto rapporti sessuali a pagamento perché spinta dal padre e dalla madre. L’incipit per l’inchiesta lo aveva fornito una testimonianza che rimandava a un episodio in cui la minore si sarebbe appartata con uno dei due uomini indagati (oltre i genitori). A questa scena, secondo il testimone oculare, avrebbe assistito il padre della bimba.
Ciò che è emerso dalle indagini ha permesso di cristallizzare una situazione drammatica: la madre avrebbe organizzato gli incontri a pagamento, talvolta addirittura nell’abitazione della coppia.

Le conferme dalla testimonianza della minore

Importanti conferme sarebbero arrivate anche dalla testimonianza della minore, ascoltata con l’aiuto di alcuni psicologi.
Avrebbe confermato quanto descritto dal testimone, focalizzando la situazione con ulteriori dettagli, forniti poi agli inquirenti. La piccola è stata allontanata dalla famiglia e si trova ora in una struttura protetta.