Padre di un alunno sferra un pugno alla maestra che si era lamentata delle assenze del figlio

L'aggressore dell'insegnante è un collaboratore scolastico: si chiama Maurizio Bronzellino, ha 45 anni e non è nuovo a questo genere di aggressioni. Ha avuto in passato diverse denunce per risse e percosse. I medici hanno dato all'insegnante una prognosi di 6 giorni.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Mercoledì 21 marzo 2018

Padre di un alunno sferra un pugno alla maestra che si era lamentata delle assenze del figlio

Una maestra è stata aggredita dal padre di un alunno, poiché si era lamentata delle ripetute assenze del figlio. Si tratta dell’ennesimo episodio di violenza, questa volta consumatosi in una scuola di Palermo. Il responsabile dell’aggressione alla maestra e delle minacce di morte è un collaboratore scolastico, Maurizio Bronzellino. La donna è stata portata in ospedale, al pronto soccorso di Villa Sofia dove è stata medicata.

La maestra dopo l’aggressione fisica e verbale da parte del collaboratore scolastico, ha ricevuto dai medici dell’ospedale una prognosi di 6 giorni. Bronzellino è un lavoratore precario che ha avuto modo di prestare servizio anche nell’istituto comprensivo Ignazio Florio di via Astorino, frequentato dal figlio. L’aggressione alla maestra sarebbe venuta in seguito alla richiesta dell’uomo di far uscire il bambino prima della fine delle lezioni: l’insegnante avrebbe sottolineato il non soddisfacente andamento scolastico del figlio, di certo non aiutato dalle continue assenze. A quel punto Bronzellino avrebbe innescato la discussione con la donna, sino a perdere le staffe e sferrare un pugno in viso alla maestra. L’uomo non è peraltro nuovo a questo genere di aggressioni, la sua storia è macchiata di diverse denunce per rissa e percosse.