Padova, donna disperata si taglia il viso per ottenere un posto nella casa di accoglienza

Padova, una 44enne si è presentata in un asilo notturno gestito dal comune richiedendo di essere ospitata senza seguire l'iter di accettazione. La donna, che è stata rifiutata, si è autoinflitta dei colpi con una lama al volto e alle braccia. I soccorsi l'hanno poi portata al pronto soccorso.

da , il

    Padova, donna disperata si taglia il viso per ottenere un posto nella casa di accoglienza

    Succede a Padova dove, una donna in stato alterato, si è ferita al volto nel disperato tentativo di accedere all’asilo notturno di via Torresino. E’ stata poi trasportata al pronto soccorso per le medicazioni del caso

    La donna, poco prima delle 22, si è presentata alla porta della struttura, visibilmente alterata, chiedendo con insistenza di essere ammessa all’asilo notturno del comune dedicato a chi ha difficoltà economiche o non ha un tetto.

    Purtroppo, però, per accedere all’asilo non è possibile presentarsi alla porta e fare richiesta su due piedi. E’ necessario, infatti, fare richiesta ai servizi sociale e attenderne l’approvazione.

    La donna, che non aveva alcuna intenzione di seguire l’iter, ha iniziato a minacciare gli inservienti puntandosi la lama verso il viso. Prima di poterla fermare, però, la donna ha iniziato a ferirsi al volto e alle braccia.

    I sanitari del 118, che erano già stati precedentemente allertati, hanno portato la 44enne al pronto soccorso per essere medicata.